Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaCommercio › Troppi tavolini, chiuso il Milese
Red 19 giugno 2016
Vacanze forzate per il personale. Nonostante le reiterate contestazioni notificate dalla Polizia locale di Alghero la titolare del noto bar sul porto di Alghero non avrebbe lasciato i 120 centimetri di spazio previsti a confine con un´altra attività (Anbarok), che avrebbe fatto valere i propri diritti. Il Tar conferma. Il contenzioso è destinato a non finire
Troppi tavolini, chiuso il Milese


ALGHERO - Notificato nella giornata di sabato l'atto «non più differibile, col quale si ordina l'immediata rimozione della parte di suolo pubblico occupata abusivamente e si dispone la contestuale chiusura di giorni 5 del Bar "Il Milese", in ottemperanza al vigente regolamento comunale che disciplina l'occupazione di suolo pubblico» (prescrizione prevista anche in passato). Chiusura - fa sapere l'attività nella pagina ufficiale - in vigore da lunedì prossimo.

Sanzione che sarebbe scaturita a causa del reiterato abuso verbalizzato e notificato in tre distinte sanzioni del 13 aprile 2016, 18 aprile 2016 e 18 maggio 2016 (sempre per la stessa occupazione irregolare). Verbali comminati in seguito agli annunciati sopralluoghi effettuati in tutti i quartieri di Alghero dalla Polizia Locale, come concordato con le associazioni di categoria, al fine di accertare il rispetto delle regole alla base di una leale concorrenza tra attività diverse.

Quello della nota focacceria sul porto di Alghero è un contenzioso che si trascina da tempo, con faldoni di carte bollate, avvocati e ricorsi. Già nel 2014 titolari e dipendenti avevano mandato in scena una protesta con striscioni appesi nella struttura esterna. Anche in quell'occasione le numerose attività sulla via Garibaldi avevano iniziato quella che il Quotidiano di Alghero aveva ribattezzato la guerra dei tavolini, dicitura fortunata in seguito entrata a pieno titolo tra le querelle più dibattute degli ultimi anni in città [GUARDA IL VIDEO]. Situazione decisamente migliorata negli ultimi anni come dimostrano i casi isolati attualmente aperti rispetto al generale caos del passato nella stessa piazza.

Tutti i dettagli in una specifica informativa di Sant'Anna. La concessione in questione - n° 38 del 4 marzo 2016 - autorizza una superficie totale di mt. 73,71 con l'obbligo di lasciare 120cm liberi tra le occupazioni confinanti (lato "Anbarok"), ovvero lo spazio del portone del palazzo a confine tra le due attività commerciali. "Anbarok", nel rispetto delle prescrizioni, si adegua, non il "Milese" che presenta ricorso al TAR Sardegna. Il tutto nonostante la confinante farmacista avesse rilasciato regolare nulla osta per la titolare dell'attività, la sig.ra Fiori, al fine di occupare una sezione di suolo a lei prospiciente (in virtù di questo è rilasciata autorizzazione più ampia). Niente da fare, la sig.ra Fiori non si muove ne con la struttura - attualmente abusiva perchè priva di regolare autorizzazione, per la quale pende una specifica e dettagliata denuncia alla Procura della Repubblica - tanto meno con i tavolini. Nel frattempo interviene l'ordinanza del TAR che conferma il valore del regolamento applicato dagli uffici; L'ordinanza TAR, a pag 2 testualmente cita: "...deve ritenersi legittima e ragionevole la finalità perseguita dal Comune di assicurare un distacco di m. 1.20 tra i tre esercizi commerciali adiacenti siti nella via in questione...."

Foto d'archivio
© 2000-2017 Mediatica sas