Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaScienze › Gianluigi Gessa medaglia d´oro in Quirinale
Red 21 ottobre 2016
Anche l´Università di Cagliari festeggerà presto il prestigioso riconoscimento conferito al professor Gianluigi Gessa con una cerimonia in Ateneo
Gianluigi Gessa medaglia d´oro in Quirinale


CAGLIARI - «Illustre psichiatra e farmacologo italiano ben noto alla comunità scientifica nazionale e internazionale, ha dedicato la sua vita alla ricerca scientifica nel campo della farmacologia e delle neuroscienze. Ha percorso tutte le tappe della sua carriera universitaria presso l’Università di Cagliari, compiendo significative esperienze di ricerca all’estero. Per la sua attività di ricerca ha ricevuto dall’Accademia nazionale dei Lincei il Premio Camillo Golgi».

Con questa motivazione il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha consegnato questa mattina, alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, la Medaglia d’oro al Merito della Sanità pubblica a Gian Luigi Gessa, Professore emerito dell’Università di Cagliari. Il Rettore dell’Ateneo cagliaritano, Maria Del Zompo, ha espresso «la grande felicità di una sua allieva che, anche grazie agli insegnamenti del professor Gessa ha amato e ama la ricerca nelle neuroscienze come una delle più belle ed entusiasmanti esperienze che possano capitare nella vita».

«Non dimenticherò mai quando, molto sicura di uno specifico argomento di ricerca (pubblicavo su riviste scientifiche internazionali) dovetti discutere con lui alcuni esperimenti: lui mi suggerì un passaggio al quale non avevo pensato. Vedendo la mia delusione di giovane ricercatrice, mi disse: ‘Lei è brava, e diventerà sempre più brava, ma io avrò sempre più cassetti di conoscenza di lei’. Fu un modo simpatico per dirmi che nella ricerca non si tratta solo di una questione di bravura, ma di genio, caratteristica che non si riscontra spesso. Genialità ed esperienza in lui sono un mix impressionante. E’ stato per me un grande stimolo lavorare con lui e con il gruppo che ha avuto il coraggio di creare, fatto di professionalità grandi e per questo complicate da tenere insieme. Lui ci è riuscito, dando lustro alla farmacologia e alle neuroscienze cagliaritane in tutto il mondo».
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas