Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaScienze › Prosegue il Cagliari Festival Scienza 2016
Red 11 novembre 2016
Domani, per la quinta giornata della manifestazione, conferenza di Dario Narducci dell’Università Bicocca di Milano e Guido Goldoni dell’Università di Modena, seminari del vincitore del Premio Galileo 2016 Paolo Gallina e dell’ideatore del robot iCub Giorgio Mette. Un monologo interattivo con la scrittrice Gabriella Greison ed una lezione spettacolo di Giorgio Haeusermann
Prosegue il Cagliari Festival Scienza 2016


CAGLIARI - Quinta giornata del Cagliari Festival Scienza, che anche domani, sabato 12 novembre, presenta un variegato programma con ben ventitre appuntamenti tra conferenze, seminari, reading e laboratori. Sono tre le conferenze ospitate nella Sala Coroneo della Cittadella dei Musei e nella sala conferenze dell’ExMa. Alle ore 16.30, nella Sala Coroneo della Cittadella dei Musei, Dario Narducci (Università Bicocca di Milano) e Guido Goldoni (Università di Modena) parlano di Nanotecnologie: quasi tutto quello che avreste voluto sapere sulla prossima rivoluzione scientifica. Sempre alle 16.30, ma all’ExMa, Giovanni De Falco, geologo marino dell'Istituto per l'Ambiente Marino Costiero del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Oristano, nel corso della conferenza “Clima che cambia-mare che sale-coste che si modificano: scenari dei prossimi decenni”, presenta uno scenario irreversibile con conseguenze sociali difficilmente prevedibili, come la perdita di aree coltivabili e le possibili migrazioni di milioni di persone. Alle ore 18), “L’incredibile cena dei fisici quantistici”, un monologo interattivo della fisica, scrittrice e giornalista Gabriella Greison, che racconta in modo romanzato storie ed aneddoti dei fisici del Ventesimo Secolo, partendo da una foto, datata 1927, con ventinove uomini in posa, diciassette dei quali erano o sarebbero diventati premi Nobel. La quinta giornata del Festival ospita, alle 12 ed alle 15, nella sala conferenze dell’ExMa, “L’orchestra di Einstein”, lezione spettacolo di Giorgio Haeusermann ed Alessia Zurru, che prende spunto dalla nota passione di Einstein per la musica.

I sei seminari di oggi si svolgono nella Sala Coroneo della Cittadella dei Musei e nella sala conferenze dell’ExMa. Alle ore 9, all’ExMa torna Giorgio Metta, direttore dell’iCub Facility all’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova ed ideatore del robot iCub, per presentare il suo libro “Umani e umanoidi”, in cui racconta come in un prossimo futuro l’uomo vivrà e lavorerà con robot costruiti a sua immagine e somiglianza. Si prosegue alle 10.15, con Dario Bressanini (Università Insubria di Como), che nel corso dell’incontro “Contro natura: dagli ogm al bio”, cerca di chiarire idee, falsi allarmi e verità nascoste del cibo che portiamo in tavola. Alle ore 9, nella Sala Coroneo della Cittadella dei Musei, Umberto Bottazzini (Dipartimento di Matematica F.Enriques di Milano) racconta “Storie di numeri e di simboli”, una grande avventura di uomini e di idee che ha inizio migliaia di anni fa nel vicino oriente, in Cina, in India, e nelle culture Inca e Maya. È la volta poi di Sofia Cosentino (Università di Cagliari), che alle 10.15 parla di alcune novità nel campo dell’alimentazione in un seminario dal titolo “Il latte e i prodotti funzionali: scienza e tecnologia incontrano la tradizione”. Ritorna alle ore 11.30 Paolo Gallina, professore associato dell’Università di Trieste, che nell’incontro “Violentemente: come le macchine condizionano la mente”, spiega come la mente crei delle simbiosi con le macchine, delegando la stessa volontà umana. Conclude alle 18, l’incontro con il pubblico “Quando a guidarci erano le stelle”. Grazie alla guida di Silvia Casu, ricercatore dell’Osservatorio astronomico di Cagliari, scopriremo l’universalità del cielo che ci sovrasta e come fare a non perdersi nella sua immensità.

Infine, nell’aula didattica dell’ExMa e nella Sala Mostre della Cittadella dei Musei, tra i dodici laboratori che hanno come tema l’astronomia, la fisica, l’antico gioco cinese del tangram ed il coding, va segnalato il reading “Parole di storie s-piegate”, a cura di Gaetano Marino (voce narrante) e Mariana Fiore (origami), nel corso del quale si cuciranno storie, avventure e misteri che hanno accompagnato gli uomini nelle prime albe del mondo. Proseguono nella Sala della Terrazza dell’ExMa, i Talk Show della Scienza, organizzati dal Crs4. Sono previsti due incontri al mattino: alle ore 10, Alberto Jaspe (Crs4) ed alle 11, Ruggero Pintus (Crs4); mente tre appuntamenti nel pomeriggio (alle 15, alle 16.30 ed alle 17) sono guidati da Manuela Profir (Crs4).
© 2000-2017 Mediatica sas