Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaArchitettura › Architettura: Jean-Baptiste Decavèle ad Alghero
Red 28 novembre 2016
Domani, alle ore 17.30, in programma “No Man’s belongs to everybody: progetti site specific di Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle”, iniziativa organizzata dal Dipartimento di Architettura dell´Università degli Studi di Sassari con la Scuola di Dottorato in Architettura e Ambiente ed in collaborazione con il Deca
Architettura: Jean-Baptiste Decavèle ad Alghero


ALGHERO – Domani, martedì 29 novembre, alle ore 17.30, l'aula VII del Complesso di Santa Chiara del Dipartimento di Architettura di Alghero ospiterà “No man's land belongs to everybody-Progetti site specific di Yona Friedman con Jean-Baptiste Decavèle”, iniziativa organizzata dal Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Sassari con la Scuola di Dottorato in Architettura e Ambiente ed in collaborazione con il Deca. L'incontro prevede una lezione aperta e tavola rotonda con l'artista francese Decavèle.

La terra di nessuno del titolo non è una terra senza uomini, ma una terra di mezzo e “di tutti”, territorio di incontro (non interdisciplinare, ma a-disciplinare) dell'arte e della democrazia. “No man's land” è anche il titolo della grande installazione realizzata in Italia a Contrada Rotacesta di Loreto Aprutino (in provincia di Pescara) con il celebre architetto “visionario” Friedman, con cui Decavèle collabora già da alcuni anni. Durante l'evento, saranno presentati anche altri progetti curati da Friedman con Decavèle, tra i quali il “Vigne museum” ed il più recente “La Montagne de Venise”, entrambi riconducibili alle idee dell'architetto ungherese di “museo senza pareti” e di “autocostruzione”, in cui l'arte (e non solo) sia accessibile e fruibile da parte di tutti in un'ottica di “co-creazione”.

Questo tema costituisce la base di partenza per la tavola rotonda che seguirà la lezione: dalla possibilità di progettare e costruire “senza muri” alle “utopie realizzabili” dell'auto-costruzione e della auto-regolazione sociale, della gestione adattativa dell'ambiente, della eco-sostenibilità, della valorizzazione e gestione dei beni comuni su base culturale. Interverranno alla discussione il magnifico rettore dell'Università degli Studi di Sassari Massimo Carpinelli ed il sindaco di Alghero Mario Bruno. L'introduzione sarà a cura di Francesca Arras e Giovanni Campus, dottorandi di ricerca nel Dipartimento di Architettura. Con Jean-Baptiste Decavèle dialogherà Dora Stiefelmeier, direttrice artistica di Zerynthia-Associazione per l'Arte Contemporanea. Dopo la lezione, seguirà la tavola rotonda moderata da Domenico D'Orsogna (ordinario di Diritto Amministrativo del Dipartimento di Giurisprudenza e Direttore Scientifico del Deca Master), con Arnaldo Cecchini, Massimo Faiferri, Giovanni Maciocco, Antonello Marotta, Vincenzo Pascussi, Francesco Spanedda e Dora Stiefelmeier. Partner e co-organizzatori del Deca Master sono il Museo Man di Nuoro, Zerynthia, UniNuoro, la Fondazione Meta di Alghero, Now-New Operation Wave ed OpenForArt.
© 2000-2017 Mediatica sas