Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaFertilia › Fertilia, cronoprogramma per le incompiute
Red 1 dicembre 2016
Nei giorni scorsi una delegazione del Comitato di Quartiere ha incontrato, a Sant'Anna, il sindaco Mario Bruno e l'assessore con delega alla borgata, Raimondo Caciotto. L'incontro ha riguardato le principali problematiche che affliggono la Borgata: dal Cinema-Teatro all'Hotel Bellavista
Fertilia, cronoprogramma per le incompiute


ALGHERO - Nei giorni scorsi una delegazione del Comitato di Quartiere ha incontrato, a Sant'Anna, il sindaco Mario Bruno e l'assessore con delega alla borgata, Raimondo Caciotto. L'incontro ha riguardato le principali problematiche che affliggono la Borgata. La prima notizia confortante - riferisce il Comitato - riguarda il Cinema-teatro e l'ex Casa del fascio. L’iter amministrativo è arrivato alla sua fase conclusiva, entro gennaio il progetto che riguarda il primo comparto di riqualificazione urbana verrà presentato alla comunità Giuliana, successivamente verrà pubblicato il bando pubblico per la vendita dell’area edificabile dietro la casa del fascio, che viene ceduta in permuta, in cambio dei lavori di rifacimento delle due strutture.

«Ricordiamo che tale progetto, inspiegabilmente, era fermo dal 2010 a Sant’Anna e solo successivamente è stato ripreso dalla Giunta Bruno su specifiche pressioni del Comitato. Il 2017 è alle porte e come sarà affrontato questo punto sarà il vero banco di prova riguardo le reali intenzioni dell'amministrazione nei confronti di Fertilia» puntualizzano il presidente Luciano Solinas e i residenti. L'incontro ha riguardato molti altri siti e avvisi pubblici: dall'Ostello per cui l'amministrazione ha garantito un nuovo bando da febbraio in vista della stagione estiva; alle nuove passerelle che con una variazione di bilancio potrebbero essere realizzate per la seconda metà del 2017. Stesso discorso per le ringhiere: il Comune ha destinato la somma di 98.000 euro per la sostituzione delle vecchie ringhiere di Piazza San Marco e del Lungomare Rovigno, con nuove ringhiere a norma.

Da charire la destinazione del Campo sportivo; mentre per le aree “Ligestra” (ex ostello di via Zara e area prospiciente la piazza San Marco) l’Amministrazione Comunale ha ribadito che rimarranno con destinazione di pubblica utilità. Nello specifico, per l'area a sinistra della Rotonda, l'amministrazione conta, per il secondo semestre del 2017 (visto che verranno sbloccati fondi per 2 milioni di euro) di poter far partire il secondo comparto di riqualificazione urbana che riguarda anche tale area. Il Palazzo Doria, invece, sarà riqualificato per destinarlo a Museo Etnografico. L'Hotel Bellavista è ancora nella disponibilità della Regione che ha deciso di non trasferire la struttura al Comune di Alghero per includerla nel Piano di Riqualificazione Urbana della Borgata.

Il Comitato di Quartiere, preoccupato della situazione, intende sollecitare, come già fatto in passato, «il Governatore Pigliaru e l'Assessore al demanio Erriu, affinché il ricavato della vendita della struttura venga totalmente indirizzato, come è giusto che sia, per il recupero architettonico e urbanistico della Città di Fondazione, come già avvenuto, del resto, in altri comuni della Sardegna. Per Fertilia sarebbe un giusto ristoro visti i 60 anni di abbandono da parte delle istituzioni». In attesa anche sullo sblocco delle risorse per la bonifica dell'ex Campo Rom: i fondi, inclusi nel “Patto della Sardegna” (accordo Stato-Regione), fermi ora alla Corte dei Conti. Infine sulle alberate è stat promesso da sindaco e assessore un progetto di riqualificazione a verde di via Pola. Per quanto riguarda il Lungomare, tale intervento verrà inserito nel secondo comparto di riqualificazione urbana della Città di Fondazione.
Commenti
24/3/2017
E´ quanto emerso nella riunione tenutasi nei giorni scorsi tra una delegazione del Comitato di Quartiere di Fertilia e l´amministrazioe comunale, per fare il punto sugli interventi in borgata
24/3/2017
Si riaccendono i riflettori su una struttura abbandonata e decadente. C’è chi è pronto a giocarci, migranti compresi oggi ospitati nel campetto parrocchiale
© 2000-2017 Mediatica sas