Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteUrbanistica › Lettera-appello dei residenti. «Una piazza per Sant´Agostino»
M.V. 6 dicembre 2016
Negli ultimi tempi l´attenzione dell´amministrazione di Alghero è certamente cresciuta con la svolta dell´ex Cotonificio, che nei piani di Sant´Anna sarà finalmente bonificato e riqualificato, ma i residenti lamentano l´esigenza, ormai non più indifferibile, di avere a disposizione dei cittadini la Piazza Sant´Agostino, già prevista negli elaborati urbanistici ma mai realizzata
Lettera-appello dei residenti
«Una piazza per Sant´Agostino»


ALGHERO - I residenti del popoloso quartiere di Sant'Agostino ad Alghero inviano a Sant'Anna una lettera-appello, chiedendo la massima attenzione per il quartiere e soprattutto la realizzazione di un sogno: una "vera" piazza rionale. Negli ultimi tempi l'attenzione dell'amministrazione è certamente cresciuta con la svolta dell'ex Cotonificio (finanziati lavori per 3 milioni), che nei piani di Sant'Anna sarà finalmente bonificato e riqualificato, ma i residenti lamentano l'esigenza, ormai non più indifferibile, di avere a disposizione dei cittadini la Piazza Sant'Agostino, già prevista negli elaborati urbanistici ma mai realizzata. Di seguito la lettera integrale inviata all'attenzione del sindaco Mario Bruno, dell'assessore ai lavori Pubblici Raimondo Cacciotto e del delegato di Quartiere, l'assessore Marisa Castellini.

È dal 2008 che il Comitato di Quartiere di Sant’Agostino si fa portavoce, per iscritto, con domande protocollate al Comune, o verbalmente ogni qualvolta ci sia stato un incontro con l’apparato politico governante o no, in pieno mandato o in campagna elettorale, delle preoccupazioni dei cittadini per la pericolosità dello slargo di fronte alla piccola chiesa che dà il nome al quartiere. Tutti la chiamano Piazza ma sappiamo benissimo che non è una vera piazza. È semplicemente un crocevia tra due rami di strade a senso unico che invitano, il più delle volte, le auto a superare il limite di velocità creando disorientamento soprattutto nei pedoni che attraversano il ramo di strada che immette in via Carrabuffas per proseguire in via S. Satta. La chiesetta è ben frequentata in occasione delle funzioni religiose e i fedeli del quartiere e non, all’uscita dalla chiesa hanno il diritto di sostare in sereni convenevoli in uno spazio adeguato e protetto come è usuale in una piazza pedonale; al contrario sono costretti a fermarsi in un rettangolo di pochi metri quadri che alla sera, per mancanza di una adeguata illuminazione diventa pericolosissimo. Sant’Agostino è l’unica chiesa che non ha uno spazio pedonale adeguato in facciata, fatta eccezione di Sant’Agostino Vecchio della Pietraia che però è aperto al culto solo in eccezionali occasioni. La costruzione della Piazza Sant’Agostino è inclusa nei Piani Triennali delle Opere Pubbliche di Alghero a partire dal 2011 (forse anche da prima); dal 2008 ad oggi si sono succeduti tre sindaci e due Commissari e la costruzione della piazza è rimasta nella teoria delle carte. I finanziamenti dell’opera, che comprende anche la riqualificazione delle piazze interne delle case popolari, nel 2011 si aggiravano sui 700.000 euro e oggi sono lievitati di 300.000 euro. Se davvero pensate che piastrellare una piccola piazza e asfaltare qualche area interna delle case popolari, ora in terra battuta, abbia un costo così importante state già ammettendo che la piazza non vedrà mai la luce, ma Noi vi diamo un consiglio: perché non utilizzare gli euro ricavati dalla vendita del Nostro ex mercato civico, ben 1.250.000,00 euro. Questo quartiere ha bisogno di tante cose: strade percorribili in sicurezza per automobili, motocicli e biciclette. Marciapiedi illuminati. Igiene decorosa delle strade e marciapiedi. Un efficiente servizio di trasporto pubblico. Potatura ottimale delle alberate. Un sagrato che metta in sicurezza le persone che attraversano quel tratto di strada e dia la possibilità agli anziani di sostare al sole d’inverno, e godere dell’ombra di qualche albero d’estate.
Commenti
22/1/2017
Lunedì a Sant´Anna la seconda riunione della commissione che giudicherà le idee progettuali per ridisegnare il Lungomare dal porto turistico al Colle del Balaguer. Seguirà l´esposizione di tutti i progetti
23/1/2017
«La strada per il Nuraghe di Barru: un´incompiuta», attacca Claudio Fenu, capogruppo di Progetto Guasila 2.0
© 2000-2017 Mediatica sas