Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCulturaCulturaE-book gratis di Grazia Deledda
S.A. 19 dicembre 2016
Da oggi i viaggiatori che sbarcheranno al ‘Costa Smeralda’ saranno informati attraverso una campagna di comunicazione della possibilità di acquisire gratis il romanzo del premio Nobel nuorese
E-book gratis di Grazia Deledda


OLBIA - La cultura e la letteratura come forma di promozione turistica di alto valore dell’Isola. Questo il tema di Destinazione Sardegna, conferenza tenuta oggi all’aeroporto di Olbia organizzata dall’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio in collaborazione con Geasar, la società di gestione dello scalo. Durante l’incontro è stata presentata l’iniziativa della Regione che offre la possibilità di scaricare gratuitamente l’e-book di Grazia Deledda.

Da oggi i viaggiatori che sbarcheranno al ‘Costa Smeralda’ saranno informati attraverso una campagna di comunicazione della possibilità di acquisire gratis il romanzo del premio Nobel nuorese. L’iniziativa nata da un’idea del designer della comunicazione visiva Attilio Baghino è a costo zero. Tutti i riferimenti alle località all’interno del libro sono georeferenziati. Ogni volta che viene citato un luogo della Sardegna il testo è seguito da due link, uno rimanda a Google Maps e l’altro a una scheda in italiano o in inglese che descrive il luogo.

Il doppio sistema fa sì che anche chi legge l’e-book con un dispositivo che non dispone di connessione Internet, possa comunque avere notizie sul territorio. Si potrà così scoprire che il paese fittizio di ‘Orlei’ citato dalla Deledda sia in realtà Lula e il ‘Monte Bellu’ sia il Monte Albo. Alla tavola rotonda, coordinata dal responsabile Business Unit Geasar Lucio Murru, hanno partecipato gli operatori culturali Gianluigi Tiddia, Corrado Conca, Riccardo Staglianò e Giannella Demuro.
Commenti
26/5/2017
Della Festha Manna che coinvolge per tre giorni una città intera e i paesi dell’hinterland ancora non si conoscono gli eventi organizzati dall’amministrazione comunale. Le accuse della minoranza
© 2000-2017 Mediatica sas