Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariPoliticaCommercio › «Un nuovo piano comunale per i gazebo esterni»
Red 30 dicembre 2016
A sollecitare l´intervento dell´Amministrazione Comunale di Cagliari è il consigliere regionale di Forza Italia Edoardo Tocco, che ripropone con forza la questione per il montaggio di strutture da installare in città ad opera di bar e ristoranti
«Un nuovo piano comunale per i gazebo esterni»


CAGLIARI - Un piano comunale per l’installazione dei gazebo esterni. A sollecitare un intervento dell’amministrazione cittadina è il consigliere regionale di Forza Italia Edoardo Tocco (già esponente dell’aula di palazzo Bacaredda), che ripropone con forza la questione per il montaggio di strutture da installare in città ad opera di bar e ristoranti.

«Considerando il grave disagio occupazionale della nostra città e la necessità da parte dei commercianti di avere un gazebo non solo stagionale, sarebbe opportuno che la Commissione statuto prendesse in esame l’approvazione di un progetto per aumentare la validità delle autorizzazioni», spiega, sottolineando come potrebbe essere l’occasione per programmare un intervento complessivo e non caotico per diverse zone commerciali del capoluogo, ad esempio sul Viale Trieste.

«Si eviterebbero così l’aggravio dei costi per i commercianti e le polemiche che ogni anno si accompagnano per l’installazione dei gazebo. E’ necessario – conclude Tocco – un progetto complessivo, elegante e di basso impatto ambientale, che venga realizzato seguendo uniche regole urbanistiche e di decoro e non lasciando alla fantasia degli esercenti le modalità di realizzazione de gazebo. Prevedendo anche un’uniformità di pagamento delle tariffe di occupazione del suolo pubblico. Una misura che avrebbe il merito di dare più servizi alla clientela con un incentivo per le attività produttive ed il turismo, senza tralasciare la questione dei parcheggi. Un piano che aprirebbe poi dei vantaggi dal punto di vista occupazionale e per un restyling del commercio in città».
17:34 video
Chi si aggiudicherà la concessione stipulerà un accordo di 10 anni ed il canone complessivo posto a base d´asta è di poco superiore a 87mila euro. Per partecipare al bando ci sono due mesi di tempo. Le immagini della conferenza stampa
© 2000-2017 Mediatica sas