Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaEconomiaSicurezza › Bimbi in auto, tutte le novità del 2017
N.G. 7 gennaio 2017
Entrano in vigore le nuove regole in materia di seggiolini auto per il trasporto dei bambini. Multe fino a 323 euro e sospensione patente per chi non è in regola. Lo scopo è contrastare i rischi di incidenti stradale con vittime i più piccoli che, è un dato in allarmante crescita
Bimbi in auto, tutte le novità del 2017


CAGLIARI - Bambini in auto, un argomento spesso sottovalutato dai genitori, ma importante per la salvaguardia dell'incolumità dei più piccoli durante il trasporto in auto. Dunque, dal 2017 cambiano le regole in materia di seggiolini delle auto destinate al trasporto dei bambini che vanno ad integrare quanto stabilito dall'art. 172 del Codice della Strada. Lo scopo è contrastare i rischi di incidenti stradale con vittime i più piccoli che, è un dato in allarmante crescita. A cambiare saranno le normative stabilite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che riguardano i parametri per la scelta del modello di seggiolino più adatto per i bambini, valutandone il peso e l'altezza.

L'art. 172, del Codice della Strada, rubricato "Uso delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta per bambini" precisa che "I bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie". Da gennaio 2017, è previsto che i bambini al di sotto dei 125 centimetri di altezza dovranno viaggiare in auto utilizzando un apposito rialzo con schienale che consentirà una migliore disposizione della cintura sulle spalle e sul torace del bambino.

Invece, i rialzi senza schienale saranno permessi solo per i bambini al di sopra dei 125 centimetri di altezza e i modelli già in vendita per bambini al di sotto di quest'altezza rimarranno in commercio per un periodo limitato. Non è dato però sapere a quale gruppo di peso si applicherà la normativa in quanto si fa riferimento solamente all'altezza del bambino. A partire dall'estate 2017, infatti, entrerà in vigore la modifica alla normativa europea R129-02 e non sarà più consentita la vendita di seggiolini auto senza schienale. Inoltre, non sarà più obbligatorio il sistema ISOFIX destinato ai bambini da 100 a 150 cm di altezza che dunque potranno viaggiare con le modalità di installazione preferite dai genitori.

Verrà multato, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, chiunque non rispetta l'obbligo di dotarsi di seggiolini d'auto e non si adegua alle nuove regole previste per il 2017. Nello specifico, chi non farà uso dei dispositivi di ritenuta, cioè delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, sarà soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 80 euro a 323 euro. Quando il mancato uso riguarda il minore, della violazione risponde il conducente ovvero, se presente sul veicolo al momento del fatto, chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. Quando il conducente sia incorso, in un periodo di due anni, in una delle violazioni di cui al presente comma per almeno due volte, all'ultima infrazione consegue la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.
Commenti
22:38
«Una follia. È inaccettabile che il Governo consideri l’Isola solo per farne un grande centro di accoglienza, con la complicità di una Giunta regionale sottomessa e servile rispetto alle decisioni del Governo», dichiara il consigliere regionale di Forza Italia Edoardo Tocco
24/3/2017
«Non si tratta più di progetti di accoglienza, ma è diventata una vera e propria invasione». Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale Gianluigi Rubiu taglia corto sull’arrivo a Cagliari dei 900 profughi
22/3/2017
«Chi guadagna dal traffico di esseri umani? Una volta per tutte Pigliaru si opponga alla trasformazione della Sardegna in una terra di confino», chiede il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Marco Tedde, dopo la notizia di un nuovo arrivo di circa novecento migranti nell´Isola
23/3/2017
«La Regione punta su un modello di accoglienza diffusa sul territorio. Anci e Ministero degli Interni hanno sottoscritto un Protocollo d’intesa che noi condividiamo. E’ la strada giusta per garantire ai migranti una vera ospitalità e reali opportunità di integrazione». Lo ha dichiarato l’assessore regionale degli Affari generali con delega all’immigrazione Filippo Spanu, che ha seguito sulla banchina del Molo Ichnusa le operazioni di primo soccorso ed assistenza ai migranti sbarcati oggi nel porto di Cagliari
23/3/2017
Questa mattina, i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia, insieme ad un artificiere dei Cacciatori di Sardegna di stanza ad Abbasanta, hanno fatto brillare una bomba a mano trovata dietro un muretto a secco
23/3/2017
La Protezione civile del Comune di Alghero si è dotata di due defibrillatori e dell’attrezzatura di primo soccorso che, in caso di necessità, costituiranno presidio operativo a garanzia dei cittadini
23/3/2017
La nave norvegese Siem Pilot è attraccata questa mattina nel molo Ichnusa. A bordo, 740 uomini, 102 donne (di cui otto in stato di gravidanza) e 58 minorenni. Dopo le operazioni di prassi, verranno trasferiti nei centri di accoglienza sardi
© 2000-2017 Mediatica sas