Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroPoliticaRegione › Percorsi di lunga vita, sigillo finale: accordo da 59milioni in Ogliastra
Red 6 gennaio 2017
«E´ la programmazione territoriale che vogliamo», ha dichiarato il presidente della Regione Autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru. L´Accordo di programma quadro è stato sottoscritto dalla Regione, dalle tre Unioni di Comuni del territorio (Valle del Pardu e Tacchi Ogliastra Meridionale, Ogliastra e Nord Ogliastra) e dalla Provincia di Nuoro
Percorsi di lunga vita, sigillo finale: accordo da 59milioni in Ogliastra


NUORO - Ultimo sigillo a “Percorsi di lunga vita”, progetto di sviluppo territoriale dell’Ogliastra da 59milioni di euro. L’Accordo di programma quadro è stato sottoscritto dalla Regione Autonoma della Sardegna (presidente Francesco Pigliaru ed assessore della Programmazione Raffaele Paci), dai presidenti delle tre Unioni di Comuni del territorio (Valle del Pardu e Tacchi Ogliastra Meridionale, Mariangela Serrau; Ogliastra, Rosalba Deiana; Nord Ogliastra, Anna Assunta Chironi) e dall’amministratore straordinario della Provincia di Nuoro Costantino Tidu. L’accordo approva il progetto di sviluppo territoriale denominato “Ogliastra, Percorsi di lunga vita” chiuso a Tortolì il 2 dicembre ed approvato dalla Giunta il 23, ne disciplina le modalità di attuazione e definisce gli impegni dei soggetti sottoscrittori.

Dei 59 complessivi, 32milioni sono di nuova finanza ed i restanti, programmati con altre politiche regionali, vengono attivati all’interno dell’accordo che dà attuazione anche al protocollo di intesa fra Regione e Conferenza Episcopale Sarda sottoscritto il 22 settembre, che prevede lo stanziamento di 700mila euro per la valorizzazione degli edifici di culto aventi valore storico e culturale. Un unico soggetto attuatore (Unione Valle del Pardu Tacchi d’Ogliastra Meridionale), novità assoluta che garantisce ottimizzazione dei tempi e semplificazione delle procedure, sarà responsabile del coordinamento e dell’attuazione degli interventi, del monitoraggio e del controllo ed opererà come centrale unica di committenza.

«Il Progetto per l’Ogliastra concretizza pienamente la filosofia della programmazione territoriale voluta da questa Giunta: programmazione dal basso e assoluto protagonismo dei territori, nell’ambito della Strategia per le aree interne», dichiara Pigliaru. È un progetto plurifondo (Fesr- Feasr-Fse) e plurifonte, comunitaria e nazionale (Fsc-Pac), che integra nuove azioni di sviluppo con ulteriori interventi già valorizzati nell’ambito di altre politiche regionali e prevede bandi territorializzati per le imprese. Coinvolge l’intero territorio, punta sulla qualità della vita come elemento decisivo della longevità, di cui l’Ogliastra è “testimonial” d’eccellenza di tutta la Sardegna, garantisce una visione ampia e strategica e ha l’ambizione di accorciare le distanze fra costa e interno mettendole in stretta sinergia grazie anche al ruolo “cerniera” del Trenino Verde.

«Agroalimentare, turismo, infrastrutture: la sfida lanciata dall’Ogliastra è ambiziosa, contrastare il fenomeno dello spopolamento con la creazione di nuove opportunità di lavoro e l’innalzamento del livello di benessere economico e sociale delle popolazioni, e sono sicuro che con questo progetto tutti gli obiettivi saranno centrati», sottolinea Paci. Lunedì 9 gennaio, sarà chiuso un altro progetto di programmazione territoriale, questa volta in Gallura: l’assessore regionale sarà nel pomeriggio a Tempio Pausania con la struttura del Centro regionale di programmazione, i sindaci del territorio ed il partenariato economico e sociale.

Nella foto: un momento dell'incontro
19:42
Inizia domani la Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative e delle Province autonome. Il calendario della due giorni
12:00
Il sindaco di Sassari Nicola Sanna ha lanciato un appello al presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru «affinché si utilizzi la deroga prevista nello schema del decreto ministeriale»
24/4/2017
Subito dopo il 25 aprile, la massima assise regionale tornerà al lavoro. Mercoledì e giovedì, in programma le riunioni della Commissione Bilancio e della Commissione Governo del territorio
© 2000-2017 Mediatica sas