Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › «Subito interventi alle imprese sarde»
S.O. 8 gennaio 2017
Sul bando “Diamante impresa” la minoranza accusa la giunta di negligenza nei confronti dei cittadini sardi, con un intervento che rischia di mettere fuorigioco le imprese isolane. Il capogruppo Pietro Pittalis e il consigliere regionale Edoardo Tocco (Forza Italia), primi firmatari dell’interpellanza
«Subito interventi alle imprese sarde»


CAGLIARI - Un’interpellanza sul bando “Diamante impresa”, già interamente finanziato con due milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo con l’obiettivo di incrementare l’occupazione degli immigrati. Sarà scontro mercoledì alla ripresa dei lavori nell’aula di via Roma, dove approderà sul tavolo il documento firmato dall’opposizione per nuove opportunità di lavoro ai migranti. La minoranza accusa, infatti, la giunta di negligenza nei confronti dei cittadini sardi, con un intervento che rischia di mettere fuorigioco le imprese isolane.

Il capogruppo Pietro Pittalis e il consigliere regionale Edoardo Tocco (Forza Italia), primi firmatari dell’interpellanza, non risparmiano stoccate. «Non si mettono in discussione i valori di umanità e solidarietà inclusi nel bando. Nessuna contrarietà all’accoglienza dei migranti – sottolineano i consiglieri degli azzurri – ma pensiamo che le aziende isolane, che sono state schiacciate dalla crisi economica, avessero necessità di risorse indispensabili per lo sviluppo. Si tratta, di fatto, di una discriminazione nei confronti dei cittadini sardi, visto che la giunta appare insensibile alle nuove povertà che si trovano nei nostri centri».

Da qui la richiesta di delucidazioni e chiarimenti su un intervento che sembra anomalo. «Soprattutto – concludono Pittalis e Tocco – è in netto contrasto con le condizioni di difficoltà che colpiscono le attività produttive isolane. E’ necessario comprendere se la giunta abbia la consapevolezza della gravità sociale in Sardegna, con le statistiche che rappresentano l’aumento esponenziale della disoccupazione, con una punta di oltre il 25 per cento in alcune zone dell’Isola e la mancanza di nuove prospettive occupazionali per i giovani. Sarebbe opportuno destinare dei finanziamenti per favorire nuove assunzioni nelle aziende sarde, con misure di sostegno all’artigianato e al commercio e interventi per la nuova imprenditorialità isolana».
Commenti
26/4/2017
Il sindaco di Sassari Nicola Sanna ha lanciato un appello al presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru «affinché si utilizzi la deroga prevista nello schema del decreto ministeriale»
24/4/2017
Subito dopo il 25 aprile, la massima assise regionale tornerà al lavoro. Mercoledì e giovedì, in programma le riunioni della Commissione Bilancio e della Commissione Governo del territorio
© 2000-2017 Mediatica sas