Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariPoliticaRegione › «La Portovesme srl non può chiudere»
S.P. 9 gennaio 2017
A sottolinearlo è il capogruppo regionale dell’Udc Gianluigi Rubiu, rappresentante del territorio in prima linea sulle vertenze che riguardano le attività produttive. L’allarme delle forze sindacali è chiaro
«La Portovesme srl non può chiudere»


CAGLIARI - «La Portovesme srl non può e non deve rischiare la chiusura. E’ un patrimonio industriale del Sulcis Iglesiente, che va difeso e protetto. Nel rispetto delle leggi ambientali, la politica isolana ha l’obbligo di salvaguardare l’azienda e l’occupazione all’interno dell’impianto». A sottolinearlo è il capogruppo regionale dell’Udc Gianluigi Rubiu, rappresentante del territorio in prima linea sulle vertenze che riguardano le attività produttive. L’allarme delle forze sindacali è chiaro.

«C’è il rischio che l’azienda lasci la Sardegna per le lungaggini nelle autorizzazioni inerenti l’ampliamento della discarica per accogliere gli scarti di lavorazione – evidenzia l’esponente centrista – Sarebbe una tragedia sociale per il Sulcis Iglesiente, con contraccolpi negativi sull’occupazione. Auspichiamo che si acceleri l’iter autorizzativo per agevolare gli impianti di produzione di piombo e zinco, evitando così lo stop all’attività produttiva».

Rubiu incontrerà sin dai prossimi giorni i responsabili dell’assessorato all’industria. «L’azienda – spiega – non può permettersi di non avere un sito di stoccaggio adeguato. L’alternativa, da scongiurare è la chiusura». Un richiamo secco. «La discarica deve essere autorizzata velocemente senza tentennamenti – conclude Rubiu - Peraltro la progettualità del sito è estremamente moderna, all'avanguardia, con un processo che garantisce il rispetto e tutela delle norme ambientali. La sola idea che si possano mettere in discussione oltre un migliaio di buste paga con l’indotto è fortemente preoccupante. Per questo occorre porre fine alle lungaggini, procedendo da subito con le concessioni per l’estensione del sito di stoccaggio».
26/4/2017
Il sindaco di Sassari Nicola Sanna ha lanciato un appello al presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru «affinché si utilizzi la deroga prevista nello schema del decreto ministeriale»
24/4/2017
Subito dopo il 25 aprile, la massima assise regionale tornerà al lavoro. Mercoledì e giovedì, in programma le riunioni della Commissione Bilancio e della Commissione Governo del territorio
© 2000-2017 Mediatica sas