Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaTurismoAeroporto › Olbia: superati i 2,5milioni di passeggeri
Red 11 gennaio 2017
L’aeroporto Costa Smeralda conclude il 2016 con un record storico di 2.541.541 passeggeri totali (tra aviazione commerciale e generale), in crescita del 14percento (+307.759) rispetto all’anno precedente
Olbia: superati i 2,5milioni di passeggeri


OLBIA - L’aeroporto Costa Smeralda di Olbia conclude il 2016 con un record storico di 2.541.541 passeggeri totali (tra aviazione commerciale e generale), in crescita del 14percento (+307.759) rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda i movimenti complessivi, il 2016 ha fatto registrare un numero di decolli ed atterraggi pari a 31.929 (+13percento rispetto al 2015). La crescita è stata determinata principalmente dallo sviluppo del segmento di traffico internazionale, che ha raggiunto il record storico di 1.172.460 passeggeri, con un incremento del +21percento (+205.745 unità) sul 2015.

A conferma della vocazione fortemente turistica ed internazionale dell’aeroporto gallurese, è utile sottolineare come oltre il 43percento degli stranieri che arrivano in Sardegna per via aerea transiti per il Costa Smeralda. Positivo anche il dato relativo al traffico domestico, che raggiunge quota 1.346.478 passeggeri, l’8% in più (oltre 100mila unità) rispetto al 2015. L’importante risultato è principalmente ascrivibile alla strategia di diversificazione dell’offerta perseguita da Geasar ed alle azioni di marketing territoriale e di valorizzazione dei prodotti turistici del territorio, sviluppate in coordinamento con gli operatori di settore e con le Istituzioni. Tali politiche hanno favorito l’apertura di nuovi collegamenti internazionali e l’incremento dell’offerta nel periodo di spalla, dove si registra un'importante crescita del traffico passeggeri nei mesi di aprile +10percento (+10.115) ed ottobre +17percento (+23.330). Nel 2016, il network del Costa Smeralda si è arricchito di quattordici nuove destinazioni, di cui sei domestiche ed otto internazionali, per un totale di settantuno rotte operate da oltre quaranta compagnie aeree in diciassette Paesi.

Il mercato tedesco, primo mercato internazionale per l’aeroporto di Olbia, conferma il trend positivo di crescita degli ultimi anni, evidenziando un incremento del traffico passeggeri del +15percento (+44.803) rispetto al 2015. In espansione il mercato francese +34percento (+66.611 unità), quello svizzero +13percento (+19.125) ed inglese +23percento (+27.219). Da sottolineare l’importante sviluppo del mercato olandese +104percento (+24.737) e del mercato spagnolo +26percento (+7.293). In crescita anche il traffico dall’est Europa, con Polonia (+10.298), Slovacchia e Repubblica Ceca, i quali consolidano l’importante incremento registratosi nel 2015. Decisamente positivo il risultato dell’Aviazione Generale, che registra una crescita del 9,6percento dei movimenti rispetto all’anno precedente, unitamente ad un incremento del tonnellaggio complessivo degli aeromobili del +8,9percento. Anche nel segmento dei voli privati i mesi di spalla hanno visto un importante crescita del traffico, confermando il trend di allungamento della stagione registrato in tutto il comparto turistico nel 2016.
21:40
La cifra che le compagnie aeree dovranno restituire in virtù della procedura d´infrazione Ue alla Regione Sardegna non è ancora ufficiale. Esclusi dai conteggi i contributi elargiti tramite l´aeroporto di Alghero, totalmente "assolto" nella sentenza dell´estate scorsa
10:50
La compagnia ha cancellato il 60 per cento dei voli programmati, sia nazionali che internazionali. Per ora sono sette i collegamenti cancellati da e per il Riviera del corallo
16:23
Lo stabilisce la normativa ministeriale sulla regolamentazione del diritto di sciopero applicata in base a una circolare Enac e lo sottolinea l´assessore Deiana. Intanto in quella fascia oraria è già previsto una cancellazione ad Alghero
11:16
Così il vice capogruppo di Forza Italia Marco Tedde interviene sulle conseguenze dello sciopero del traffico aereo indetto da diverse sigle sindacali per giovedì 23 febbraio
© 2000-2017 Mediatica sas