Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaLibri › Cultura: ad Alghero, le Pietre di Leari
Red 11 gennaio 2017
Antoni Flore Motzo sarà ospite della Libreria Cyrano per presentare, insieme a Giuliano Spanedda, il suo romanzo, pubblicato dalle Edizioni Arkadia, in cui racconta della rivolta della tribù monteferrina degli Olèa
Cultura: ad Alghero, le Pietre di Leari


ALGHERO - Venerdì 13 gennaio, alle ore 19, Antoni Flore Motzo sarà ospite della Libreria Cyrano, in Via Vittorio Emanuele, ad Alghero, per presentare, insieme a Giuliano Spanedda, “Le Pietre di Leàri”, il suo romanzo, pubblicato dalle “Edizioni Arkadia”. Nel libro viene raccontata la rivolta della tribù monteferrina degli Olèa (nella prima metà del Secondo Secolo aC) che si ersero come ultimi difensori di una patria invasa ed assoggettata dai romani.

Una montagna selvaggia, impenetrabile, sulle cui cime echeggiano mitici gli aliti di libertà della tribù degli Olèa. Sono loro gli ultimi difensori di una patria invasa ed assoggettata dai romani. Li guida un uomo valoroso, Birò, sostenuto dall’amore per la sua gente, dal tenero affetto che lo lega alla compagna di una vita, dai figli che lei gli ha donato. Il loro mondo è Leàri, un piccolo villaggio circondato da una natura ancestrale, avamposto tenace di uomini e donne indomiti. In questo scenario, i protagonisti del romanzo combattono una guerra mortale, che contrappone due concezioni assolutamente differenti di civiltà. E, nel momento dello scontro decisivo, entrambe le compagini si giocheranno il tutto per tutto: gli Olèa convinti che solo così potranno continuare ad onorare i propri dei e salvaguardare la patria, i romani alla spasmodica ricerca della vittoria finale contro uno dei popoli più fieri mai incontrati sul loro cammino. Una ricostruzione storica avvincente, in cui i personaggi rivivono passioni forti ed indimenticabili. Con Le pietre di Leàri l’autore racconta una parte del nostro passato e dona al lettore un paradigma di tutte le situazioni di conquista che la Sardegna ha dovuto affrontare nei millenni.

Antoni Flore Motzo, nato nel 1982, laureato in Scienze Politiche con una tesi di ricerca sul banditismo montiferrino, operatore della lingua sarda, vive e lavora in Sardegna. Dal 2011 vicesindaco ed assessore alla cultura del Comune di Scano di Montiferro, è storico locale, intimo conoscitore del territorio, protagonista di svariate conferenze in tutta l’Isola sui temi della memoria collettiva e dell’appartenenza sarda. È docente di Storia della Sardegna. Ha esordito nelle narrativa con Le pietre di Leàri, romanzo storico incentrato sulle vicende che opposero Romani e Sardi nella prima metà del II secolo aC.
16:52
Martedì, nell´ambito del festival letterario organizzato dall´associazione culturale Liberos, la scrittrice incontrerà i suoi lettori a Codrongianos alle 18 e ad Olbia alle 21.30
17/11/2017
Anche quest´anno, il Comune di Sassari ha aderito alla settimana nazionale “Nati per leggere”, con tre appuntamenti dedicati ai bambini ed ai loro genitori
© 2000-2017 Mediatica sas