Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Confidi, Tedde: violata la legge
V.P. 11 gennaio 2017
A sostenerlo è il Vice Capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Marco Tedde in merito all’assegnazione dei contributi destinati al sistema Confidi
Confidi, Tedde: violata la legge


CAGLIARI - «Con una forzatura che ha dell’incredibile che viola il disposto dalla legge regionale n. 14/2015, il 40% delle risorse destinate solo ai Confidi sardi sono state assegnate ad un Confidi toscano». A sostenerlo è il Vice Capogruppo di Forza Italia in Consiglio Regionale Marco Tedde in merito all’assegnazione dei contributi destinati al sistema Confidi.

«Le norme regionali prevedono, infatti, che possano partecipare ai bandi per l’assegnazione dei contributi ai Confidi esclusivamente i soggetti che abbiamo già la sede operativa in Sardegna al momento della presentazione della domanda. Si tratta di uno dei requisiti previsti dalla legge regionale n. 14/2015 e ribadito nei disciplinari di attuazione del Fondo Unico per i Confidi, in mancanza del quale la domanda non può essere neppure istruita. Al contrario – attacca il consigliere regionale algherese - assistiamo all’ennesima contorsione e piroetta amministrativa del governo Pigliaru».

«L’Assessorato della Programmazione, infatti, con un’evidente forzatura supera con un semplice avviso pubblico quanto previsto dai precetti normativi a dai disciplinari, aggiungendo alla legge regionale ciò che essa non prevede e ammettendo alle agevolazioni anche quei soggetti che al momento di presentazione della domanda non hanno la propria sede operativa in Sardegna ma che opportunisticamente la istituiscono solo dopo essere stati ammessi al beneficio. Così accade – prosegue l’ex Sindaco di Alghero – che la generosa ed ingiustificata apertura contraria alla legge dell’Assessorato della Programmazione abbia consentito ad un Confidi toscano di aggiudicarsi 1.976.000 euro, pari al 40% del totale delle risorse, che, invece, la legge regionale n. 14/2015 prevede debbano essere interamente destinate ai Confidi sardi».

«Un comportamento contrario alla volontà del legislatore sardo la cui finalità è quella di premiare e sostenere i soggetti che già operano in Sardegna fornendo strumenti di supporto a chi quotidianamente impiega risorse al servizio di imprese e professionisti sardi, attraverso un impegno costante al fianco di coloro che a causa del protrarsi della crisi incontrano non poche difficoltà nell’accesso al credito. Un altro esempio – conclude l’esponente forzista – di come l’Amministrazione Pigliaru continui a piegare il diritto a proprio piacimento a favore di taluni ma sempre in danno dei sardi».
19:43
L´assessore regionale degli Enti locali, nel suo intervento al convegno internazionale in corso di svolgimento nell´isola gallurese, ha auspicato una «collaborazione con l’Agenzia del Demanio per valorizzare i beni»
22/6/2017
Si scontrano quotidianamente con la necessità di spostarsi e con la difficoltà di trovare un volo piuttosto che una nave che con prezzi ragionevoli consenta loro di attraversare il mare. Questo mare così bello e cristallino che fa della mia terra d´origine la prima in Italia nella classifica delle più belle spiagge della penisola, ha rappresentato da sempre un grande limite in termini di pari opportunità per i Sardi
22/6/2017
Se vogliamo nuove infrastrutture e nuova qualità anche nella vitale materia dei Trasporti, dobbiamo cogliere ogni opportunità perché le ragioni della Sardegna siano ben presenti alle Istituzioni nazionali ed internazionali
22/6/2017
Il G7 è un evento planetario, che sia stato organizzato a Cagliari è già di per sé un risultato che offre alla città una risonanza internazionale. Ma l’ottimo lavoro di Pigliaru permette alla Sardegna, nell’intesa costruita insieme a Corsica e Baleari, di porre sul tavolo il tema dello svantaggio dell’insularità e pone le premesse per ridefinire tutta la conseguente politica europea sui trasporti
21/6/2017
Il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru ha firmato il decreto di nomina del nuovo assessore dei Lavori pubblici. L´attuale direttore generale dell´Assessorato sostituisce il dimissionario Paolo Maninchedda
22/6/2017
Ieri mattina, è stata approvata in Consiglio regionale la mozione delle opposizioni (primo firmatario Luigi Crisponi dei Riformatori sardi) sul paventato accorpamento delle Camere di commercio
© 2000-2017 Mediatica sas