Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroSpettacoloDanza › La danza in scena al Fallaci di Ozieri
Red 19 gennaio 2017
In scena quattro pièces con coreografie di Simona La Causa e regia di Luigi Martelletta: Vento del Sud, un Pas de Deux dal "Don Chisciotte", Tango e una Suite Classica dal "Lago dei Cigni" con le étoiles del Balletto di Cuba Vittorio Galloro e Arianne Lafita Gonzalves e i solisti della Compagnia Almatanz. Tutti gli appuntamenti
La danza in scena al Fallaci di Ozieri


NUORO - Fiabe sulle punte e raffinati pas de deux per un'imperdibile “Serata di Gala” firmata Almatanz – in tournée nell'Isola sotto le insegne del CeDAC nell'ambito del Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna: dopo la passione del flamenco di Antonio Gades, la Stagione di Danza 2016-17 prosegue con le suggestioni di un racconto per quadri – dal “Vento del Sud” ai duetti del “Don Chisciotte”, dalla sensualità del “Tango” all'incanto di una Suite Classica ispirata al “Lago dei Cigni”.

Sotto i riflettori le étoiles del Balletto di Cuba Vittorio Galloro e Arianne Lafita Gonzalves e i solisti della Compagnia Almatanz – per un affascinante viaggio alla (ri)scoperta dei capolavori della storia del balletto, tra una moderna rilettura delle danze popolari del Meridione d'Italia e il seducente intreccio di sguardi e di corpi del “pensiero triste che si balla”.

La “Serata di Gala” con la regia di Luigi Martelletta e le coreografie di Simona La Causa – dopo la prima mercoledì 18 gennaio al Teatro Comunale Nelson Mandela di Santa Teresa Gallura (dove inaugurerà la Stagione di Danza 2016-17) – sarà in cartellone giovedì 19 gennaio alle 21 al Teatro Civico Oriana Fallaci di Ozieri, venerdì 20 gennaio alle 20.30 al Teatro Eliseo di Nuoro, sabato 21 gennaio alle 21 al Teatro Comunale di San Gavino Monreale e infine domenica 22 gennaio alle 21 al Teatro Grazia Deledda di Paulilatino.

Quattro “pezzi” diversissimi, in cui si fondono la perfezione e l'eleganza della danza classica e la modernità e libertà d'espressione della danza contemporanea, in una sapiente alternanza di virtuosistici assoli e duetti sulle punte accanto alle scene corali che offrono un variegato affresco della cultura e delle tradizioni – tra riti e feste paesane – del Sud Italia, a ritmo di pizziche e tarantelle, o rimandano alle atmosfere di una milonga, dove donne e uomini s'incontrano per danzare, tra vite che si sfiorano e il potente simbolismo del ballo nato per le vie di Buenos Aires.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas