Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaRiti › Basilica: si rinnova il successo di Lu fogaroni
Mariangela Pala 18 gennaio 2017
La cornice è suggestiva, la piazzola in atrio Comita presso la Basilica di San Gavino, e al centro “Lu fogaroni” che ha illuminato e riscaldato l’ambiente nonostante il maltempo, tra pioggia e gelo, che non ha certo scoraggiato l’associazione Intragnas
Basilica: si rinnova il successo di Lu fogaroni


PORTO TORRES - Si rinnova con successo l’evento Lu fogaroni di Sant’Antoni con la comunità che si riunisce intorno al fuoco. La tradizione si ripete, il 16 gennaio, in occasione del fuoco di Sant’Antonio che rappresenta l’inizio del Carnevale. La cornice è suggestiva, la piazzola in atrio Comita presso la Basilica di San Gavino, e al centro “Lu fogaroni” che ha illuminato e riscaldato l’ambiente nonostante il maltempo, tra pioggia e gelo, che non ha certo scoraggiato l’associazione Intragnas impegnata ormai da quattro anni ad organizzare una festa che ogni volta si arricchisce di particolari e partecipazione.

Sono loro che preparano la favata, i ceci e le frittelle distribuite ai partecipanti insieme ad un bicchiere di buon vino rosso. La festa comprende momenti ricreativi, religiosi e culturali con la benedizione di “Lu fogaroni” di don Rodrig attraverso parole rituali ripetute attorno al fuoco e la conclusione con la benedizione del pane. Il tutto reso ancora più suggestivo dal gioco dei fedeli che compiono tre giri intorno al fuoco, e si cominciano a servire dolci e altri piatti accompagnati dal vino, un momento conviviale vissuto all’interno di una delle cumbessias dove sono iniziati i balli e i canti intonati da Rosaria Nocco e accompagnati dalla fisarmonica di Pinuccio Sechi.

Altro rito è quello di saltare il fuoco per diventare cummari e cumpari di fuggaroni, consolidando rapporti d'amicizia nuovi o di vecchia data. Il presidente dell’associazione Intragnas, Nando Nocco ha espresso un grande ringraziamento a tutti coloro che lo hanno sostenuto nell’iniziativa che rappresenta un esempio di come la cultura e la tradizione portotorrese sia molto ricca e ci sia ancora tanto da recuperare.
26/4/2017 video
In Piazza Sventramento il ricordo dei caduti civili, in Piazza Porta Terra quello dei militari e partigiani. Commovente cerimonia per la Festa Nazionale della Liberazione quella andata in scena ad Alghero in occasione delle celebrazioni del 25 Aprile. Le immagini del corteo istituzionale al quale hanno preso parte molti politici e semplici cittadini
25/4/2017 video
Il primo cittadino ha voluto dedicare ai caduti una poesia “Alle fronde dei salici” di Salvatore Quasimodo, «poche parole che ci riportano in quegli anni durissimi quando sorridere era praticamente impossibile» ha detto «ma quel vento cambiò direzione il 25 aprile del 1945 quando iniziò la liberazione del territorio italiano dall’antifascismo e dalle sue storture».
11:35 video
È la festa che, più di ogni altra, rinsalda il legame ultra secolare tra la Cagliari civile e quella religiosa ed è, da 361 anni, occasione di riflessione e memoria sulle origini della comunità cittadina. Le immagini della conferenza stampa
26/4/2017
Quella del 25 aprile è stata una giornata all’insegna della fede e della ormai centenaria tradizione. Le porte delle chiesette di Balai si sono aperte alla città per celebrare il rito in onore di Santu Bainzeddu patrono dei Massai
© 2000-2017 Mediatica sas