Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariAmbienteGiochi › Cagliari diventa la città del videogioco
Red 19 gennaio 2017
Fino a domenica due giorni dedicati alla creazione di videogame: all’Ex Manifattura Tabacchi anche un seminario e la presentazione di Discover Cagliari, primo videogame in realtà aumentata ambientato nel Capoluogo sardo
Cagliari diventa la città del videogioco


CAGLIARI - Cagliari per due giorni diventa la città dei videogiochi. Dalle 17 di venerdì 20 gennaio alle 17 di domenica 22 gennaio si svolgerà, presso l’Ex Manifattura Tabacchi, la prima edizione sarda della Global Game Jam manifestazione internazionale sulla creazione di videogiochi che si tiene in contemporanea in centinaia di città del mondo.

La Global Game Jam è una competizione amichevole durante la quale i partecipanti (informatici, designer, narratori, semplici appassionati) divisi in squadre si sfidano nel creare un gioco o un videogioco su un tema comune. Attualmente l’associazione Fabbricastorie, che organizza l’evento, ha registrato oltre 40 iscrizioni. Le iscrizioni rimarranno aperte fino all’inizio del gioco.

Ad anticipare la Global Game Jam, dalle 9.30, si terrà una serie di incontri, dibattiti e seminari sul ruolo del gioco nello sviluppo economico e culturale della Sardegna. Sono previsti, tra gli altri, gli interventi di Beniamino Sidoti (ludologo e fondatore di di Lucca Comics&Games), rappresentanti di Sardegna Film Commission, Regione Sardegna, Comune di Cagliari, Crs4. Alle 10.15 è prevista inoltre la conferenza stampa di presentazione di Discover Cagliari: si tratta di un videogame per smartphone dedicato alla valorizzazione turistica della città di Cagliari.

Consiste in una caccia al tesoro nella quale il giocatore compie un itinerario turistico lungo il quartiere storico di Castello nel tentativo di difendere la città dall'attacco di forze soprannaturali. Il gioco è realizzato in lingua italiana e inglese ed è progettato per poter essere giocato in poche ore, perfetto per i croceristi o altri turisti in visita breve nella città. E’ un progetto dell’associazione Fabbricastorie finanziato dalla Fondazione di Sardegna e realizzato realizzato dalla società Net-Press.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas