Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaEconomiaEdilizia › Edilizia Sardegna: in un anno persi 6500 occupati
Red 23 gennaio 2017
Il dossier elaborato dall’Osservatorio MPI di Confartigianato Sardegna che ha analizzato una serie di dati, provenienti da fonti diverse, dal 2008 a oggi
Edilizia Sardegna: in un anno persi 6500 occupati


CAGLIARI - Confartigianato ha presentato nei giorni scorsi i dati del “Sistema delle Costruzioni” della Sardegna. In Sardegna, alla fine dello scorso settembre, erano 18.442 le imprese che si occupavano di edilizia: quelle artigiane erano 10.559 (il 57,3%). Al terzo trimestre 2016 si è registrata una flessione del 2,1%, con la relativa perdita di 297 aziende (saldo tra aperture e chiusure). Preoccupante il calo registrato nell’occupazione: tra tutte le imprese del comparto (edili, impiantisti, installatori, progettisti e servizi) si è passati dalle 58mila unità del 2008 alle 40mila del terzo trimestre 2016.

Solo nell’ultimo anno, tra diretti e indiretti, si sono persi oltre 6.500 posti di lavoro. I dati sono stati presentati da Confartigianato Imprese Sardegna, durante il convegno regionale sullo stato del comparto edile nell’Isola, dal titolo “Il Sistema delle Costruzioni in Sardegna e le norme sul governo del territorio”.

Il dossier elaborato dall’Osservatorio MPI di Confartigianato Sardegna che ha analizzato una serie di dati, provenienti da fonti diverse, dal 2008 a oggi. L’intero comparto del “Sistema Casa” della Sardegna, che include tutte le tipologie d’imprese (artigiane e non) delle costruzioni, dell’impiantistica, dell’installazione, della progettazione e dei servizi connessi, alla fine del terzo trimestre 2016 assommava 22.701 imprese, in calo dello 2,2% rispetto al 2015. Di queste ben 13.612 (il 60,6%) erano imprese artigiane, anche queste in contrazione, nello stesso periodo, del -2,5%.
Commenti
12:50
«Sul Calabona la visione di un´altra epoca». La Consulta Ambiente e Territorio della Sardegna prende posizione in merito alla cementificazione a pochi passi dal mare, in zona Calabona, ad Alghero. Richiesta a Pigliaru di commissariare tutti i comuni che non hanno adeguato i piani urbanistici
14/12/2017
Le associazioni ambientaliste Wwf, Lipu, Italia Nostra ritengono grave che ancora oggi il comune di Alghero, come molti comuni della Sardegna, sia sprovvisto di Piano Urbanistico Comunale e abbia ancora in vigore un piano delle zone B anacronistico e non adeguato ad una moderna visione di salvaguardia del paesaggio
© 2000-2017 Mediatica sas