Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaCronaca › Rapina a mano armata: bottino da 20mila euro
Mariangela Pala 15 febbraio 2017
Uno incappucciato e l’altro con il passamontagna e casco hanno messo a segno una rapina a mano armata in un laboratorio orafo di via Manzoni
Rapina a mano armata: bottino da 20mila euro


PORTO TORRES - Uno incappucciato e l’altro con il passamontagna e casco hanno messo a segno una rapina a mano armata in un laboratorio orafo di via Manzoni. Ad agire erano in due entrambi armati di pistola hanno fatto irruzione nell’attività commerciale ieri sera alle 19.20 poco prima della chiusura.

Tutto si è consumato in pochi minuti, i rapinatori hanno rinchiuso nel bagno i titolari, Elena Puggioni e Gianni Proli, marito e moglie e due clienti, poi uno di loro sotto minaccia della pistola si è fatto aprire la cassaforte facendo razzia di tutto. Dopo aver prelevato oro e preziosi i due malviventi sono scappati con un bottino di circa 20 mila euro.

Il titolare ripresosi dallo choc ha allertato le forze dell’ordine che hanno immediatamente avviato le ricerche. Per ora dei due rapinatori nessuna traccia. I carabinieri della compagnia di Porto Torres hanno avviato le indagini per individuare i responsabili del colpo che, stando ai primi accertamenti, parlavano con accento sardo. Gli inquirenti stanno anche analizzando le immagini riprese dal sistema di videosorveglianza.
19/9/2017
Tragedia all´uscita del terminal di Alghero. Probabile arresto cardiaco per un 69enne. L´equipe della medicalizzata giunta sul posto non ha potuto far altro che constatarne il decesso
17:00
Secondo un’analisi condotta da DAS, compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale, la Sardegna è fra le regioni italiane con il minor numero di reati informatici. Oristano la più virtuosa
19/9/2017
Nello scorso fine settimana, gli agenti di Polizia giudiziaria appartenenti ai Commissariati di Pubblica sicurezza di Tortolì e Lanusei e del Nucleo investigativo polizia ambientale e forestale, nel corso di un’operazione finalizzata al contrasto del fenomeno della coltivazione di sostanze stupefacenti, hanno trovato undici piante di marijuana in zona collinare nelle campagne in località Simbali
18/9/2017
L’immediato deferimento all’Autorità giudiziaria dei due è scattato perchè, verosimilmente, sono stati fermati poco prima della commissione di reati di natura predatoria
© 2000-2017 Mediatica sas