Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaAmbiente › Piste ciclabili: la Regione finanzia i percorsi a Porto Torres
Mariangela Pala 15 febbraio 2017
Una dorsale centrale che inizia a Porto Torres e finisce a Cagliari. Le piste ciclabili entrano ufficialmente nella politica regionale dei trasporti e del turismo comprendendo due percorsi che collegano Porto Torres- Alghero e Porto Torres- Badesi ed una penetrazione urbana in città di circa 8 chilometri
Piste ciclabili: la Regione finanzia i percorsi a Porto Torres


PORTO TORRES - Una dorsale centrale che inizia a Porto Torres e finisce a Cagliari. Le piste ciclabili entrano ufficialmente nella politica regionale dei trasporti e del turismo comprendendo due percorsi che collegano Porto Torres- Alghero e Porto Torres- Badesi ed una penetrazione urbana in città di circa 8 chilometri ed importo lavori di 600mila euro circa: questo tratto della direttrice permette il collegamento dell’itinerario Alghero - Porto Torres con il centro urbano e il Porto Commerciale di Porto Torres, lungo un percorso su tracciati stradali extraurbani (Strada vicinale Ponti Pizzinnu sino all'incrocio con la via Sassari) ed urbani (via dei Corbezzoli e via Libero Grassi dove esiste già una pista ciclabile) che raggiunge la pista ciclabile esistente lungo la Sp 81 (tratto urbano/lungo mare Balai ed extraurbano sino alla chiesetta di Balai).

Attraverso il tratto urbano di pista esistente in sede propria, che costeggia il Lungomare Balai, il tratto raggiunge il porto commerciale e la stazione ferroviaria e marittima. Il sindaco Sean Wheeler ha incontrato ieri a Cagliari, nella sede dell'Assessorato regionale ai Lavori Pubblici, i tecnici dell'Arst, della Regione e dell'Università di Cagliari per discutere del progetto di ampliamento della rete ciclabile regionale. Porto Torres sarà, dunque - un punto di snodo fondamentale per la costruzione di percorsi che uniranno la città con i tratti costieri verso Platamona, Badesi e Alghero. «Gli studi sul Piano urbano della mobilità di concerto con il Centro interuniversitario di Ricerche economiche e mobilità dell'Università di Cagliari stanno favorendo sia l'armonizzazione dei progetti di ampliamento delle piste ciclabili finanziati dalla Regione Sardegna attraverso i bandi Por, sia l'inserimento di Porto Torres tra i principali punti di snodo della rete della mobilità sostenibile», sottolinea il sindaco.

«L'indotto del cicloturismo non va sottovalutato: ci sono centinaia di migliaia di persone che dall'Italia e dal resto d'Europa si muovono in bicicletta, che sono alla ricerca di nuovi percorsi e, conseguentemente, dei relativi servizi che un territorio può offrire. Non dimentichiamo – aggiunge il sindaco – che abbiamo recentemente adottato il Piano di utilizzo dei litorali che ben si sposa anche con la fruizione cicloturistica della fascia costiera. Porto Torres, grazie alla presenza del suo scalo marittimo, potrebbe agganciarsi alla rete degli itinerari europei e questo ci consentirebbe di intercettare un numero sempre maggiore di visitatori».

Il dirigente dell'Ufficio Tecnico comunale, Claudio Vinci, presente alla riunione, ha assicurato la piena collaborazione della struttura del Comune di Porto Torres nella condivisione delle informazioni con l'Arst, la Regione e l'Università di Cagliari per rendere omogenei i percorsi della pista ciclabile. La proposta progettuale prevede la prosecuzione del tracciato dalla Renaredda alla Stazione Marittima, con il passaggio in prossimità dell'area archeologica. Previsto l'allungamento del tracciato della pista dalla “bretella” di Serra Li Pozzi sino all'incrocio con via Sassari. In progetto, poi, c'è la prosecuzione del tratto ciclabile da Balai Lontano sino a Platamona.

«Abbiamo chiesto ai tecnici della Regione e dell'Arst di valutare – afferma Sean Wheeler – l'utilizzo di fondi anche per riqualificare il tratto di pista tra le due chiese di Balai. L'auspicio dell'amministrazione comunale è quello di individuare successivamente, facendo leva sul Pum, altri strumenti per completare il percorso ciclabile urbano, con l'inclusione di Via delle Vigne, del Parco e della Basilica di San Gavino».
9:33
Preoccupazione per il livello eutrofico della laguna del Calich ad Alghero. Nonostante gli impegni dell'assessorato regionale alle Opere pubbliche datati novembre 2015 nessun finanziamento ad oggi risulta deliberato per dirottare i reflui depurati
12:54
Incontro ad Alghero con la costituzione del tavolo tecnico-operativo sulla gestione degli arenili. Presenti tutti gli enti coinvolti, a vario titolo, nei processi e procedimenti amministrativi e gestionali della Posidonia spiaggiata. Le dichiarazioni degli assessori Raniero Selva e Raimondo Cacciotto
8:01
Dalla relazione di servizio della Polizia locale risulta che “il sindaco Sean Wheeler segnalava agli operanti, che nella Via Josto , dietro la chiesa della Consolata, erano stati installati dei motori di condizionatori"
20/2/2017
Si tratta di un percorso sulla cresta della falesia che da Polt´Agra porta alle strutture militari della seconda guerra mondiale di Punta Giglio. Appuntamento domenica 26 febbraio
16:16
L´incontro si è svolto nei giorni scorsi tra il sindaco Sean Wheeler, l´assessora all´Ambiente, Cristina Biancu, e l´amministratore unico di Ambiente 2.0, Francesco Maltoni. L´amministrazione comunale e i massimi vertici dell´azienda hanno approfondito lo stato del servizio per la raccolta dei rifiuti.
© 2000-2017 Mediatica sas