Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaCronaca › Rapina a mano armata: «Abbiamo avuto molta paura»
Mariangela Pala 15 febbraio 2017 video
Una rapina a mano armata, martedì 14 febbraio, un bottino da 20 mila euro ai danni del suo laboratorio orafo, in via Manzoni a Porto Torres. La titolare Elena Puggioni, racconta il terrore e la preoccupazione per il grave episodio
Rapina a mano armata: «Abbiamo avuto molta paura»


PORTO TORRES - «Sono entrati all'improvviso, ci minacciavano con le pistole, ci hanno chiuso in quattro nel bagno e sono fuggiti. «Abbiamo avuto molta paura».

Una rapina a mano armata, martedì 14 febbraio, un bottino da 20 mila euro ai danni del suo laboratorio orafo, in via Manzoni a Porto Torres. La titolare Elena Puggioni, racconta il terrore e la preoccupazione per il grave episodio. «Sono entrati senza suonare, hanno approfittato del fatto che fossero appena usciti altri clienti, perciò ce li siamo ritrovati lì davanti all'improvviso - racconta l'orafa - uno aveva un casco, l'altro un passamontagna».

Potrebbe trattarsi di persone di Porto Torres, «di sicuro erano italiani, ma avevano un accento abbastanza simile a quello locale», conferma la titolare del laboratorio dal quale sono stati portati via numerosi gioielli in oro. «C'erano ancora due persone, perciò ero intenta in altre cose, non mi sono accorta - prosegue la donna - poi mi son ritrovata dentro quel bagnetto con i due clienti e mio marito». Per poco, fortunatamente: «Siamo riusciti a liberarci ed a chiamare i carabinieri ma i malviventi erano purtroppo già riusciti a scappare».

13:56
I Carabinieri della locale Compagnia, nell’ambito dei servizi a contrasto dell’illegalità diffusa e delle cosiddette “stragi del sabato sera”, nonché della prevenzione illeciti connessi al fenomeno della “movida”, hanno controllato 153 persone, 82 veicoli ed un esercizio pubblico
17:17
Grave intimidazione nei confronti di un noto avvocato del foro di Sassari. Due buste con proiettili e miccia detonante sono arrivate al suo indirizzo nei giorni scorsi. Indagini dei carabinieri
16:46
Dopo gli scontri di sabato scorso a Sassari, è pronta una circolare da inviare a tutte le agenzie di autonoleggio affinché informino la questura sui viaggi previsti dalle tifoserie in trasferta
16:53
La Questura di Palermo ha vietato la vendita di biglietti per il settore ospiti per il match del 2 aprile prossimo in Sicilia. La decisione è stata presa dopo gli scontri avvenuti sabato scorso a Sassari
16:28
Scontri a Sassari, Nicola Sanna: «La città vuole chiarezza» Il sindaco scrive al ministro dell´Interno Domenico Minniti.
25/3/2017
Circa duecento ultras cagliaritani, arrivati nella stazione ferroviaria turritana in vista dell´amichevole sul campo del Sorso, sono entrati a contatto con quelli sassaresi, nella zona tra Corso Vico e Porta Sant´Antonio. Almeno sei le persone che hanno dovuto ricorrere a cure mediche
25/3/2017
Un 29enne cagliaritano è stato arrestato per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni personali e reati previsti dalla normativa sulle manifestazioni sportive
25/3/2017
«E´ opportuno che venga fatta subito chiarezza sule responsabilità», chiede il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau. Il sindaco di Sassari Nicola Sanna in contatto con questore e prefetto. Il primo cittadino di Cagliari Massimo Zedda scrive al collega sassarese
26/3/2017
«Niente a che fare con il calcio, bisogna chiarire se è stato fatto tutto per prevenire le violenze», auspica il senatore del Partito Democratico
8:10
Una lettera minatoria, con un proiettile nella busta, è stata recapitata ad una maestra elementare di Oliena, che insegna nel vicino paese di Mamoiada. La solidarietà del sindaco e dell´assessore regionale
24/3/2017
Fortunatamente non si sono registrati feriti, visto che i bambini erano nelle aule, mentre gli operai si erano allontanati dal cantiere di Via Lanusei per la pausa pranzo
© 2000-2017 Mediatica sas