Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCronacaCronaca › Anziani non autosufficienti: comunità sequestrata
Red 15 febbraio 2017
I Carabinieri del Nas di Sassari hanno sequestrato la struttura della comunità Santa Teresina di Viddalba, su disposizione della Procura della Repubblica di Tempio Pausania. Il responsabile è stato
Anziani non autosufficienti: comunità sequestrata


denunciato per abbandono di incapaci e per mancanza di autorizzazioni
VIDDALBA - Era una comunità alloggio che doveva ospitare solo anziani autosufficienti, ma più della metà non lo erano: avevano bisogno di essere seguiti da personale qualificato e ospitati in una Comunità protetta o in una residenza sanitaria assistenziale. È una delle ragioni che (come spiega l'agenzia di stampa Ansa) hanno portato al sequestro della comunità Santa Teresina di Viddalba, dove attualmente sono ospitati circa trentotto anziani.

Il responsabile della struttura è stato denunciato per abbandono di incapaci e per mancanza di autorizzazioni. Nei suoi confronti è scattata anche l'interdizione: non potrà più svolgere il ruolo di rappresentante legale. Adesso è stato nominato un custode per la gestione della comunità, mentre i vertici della struttura avranno circa un mese per trovare una nuova collocazione agli ospiti e mettersi in regola. Le indagini ed il sequestro sono state condotte dai carabinieri del Nas di Sassari su delega della Procura di Tempio Pausania e sono iniziate alcuni mesi fa.

Era infatti arrivata una segnalazione su presunte irregolarità all'interno della struttura. Gli specialisti del Nas hanno quindi fatto scattare gli accertamenti, verificando anche con i medici dell'Unità di valutazione territoriale della Asl la situazione dei pazienti. Il primo problema emerso riguarda il numero degli ospiti, circa trentotto, contro una capienza di venticinque. Altro aspetto, le caratteristiche della comunità: doveva ospitare solo persone autosufficienti, ma la maggior parte non lo era. Gli anziani stavano comunque bene, non sono stati riscontrati particolari problemi, tuttavia la struttura per molti di loro non era idonea.
13:56
I Carabinieri della locale Compagnia, nell’ambito dei servizi a contrasto dell’illegalità diffusa e delle cosiddette “stragi del sabato sera”, nonché della prevenzione illeciti connessi al fenomeno della “movida”, hanno controllato 153 persone, 82 veicoli ed un esercizio pubblico
17:17
Grave intimidazione nei confronti di un noto avvocato del foro di Sassari. Due buste con proiettili e miccia detonante sono arrivate al suo indirizzo nei giorni scorsi. Indagini dei carabinieri
16:46
Dopo gli scontri di sabato scorso a Sassari, è pronta una circolare da inviare a tutte le agenzie di autonoleggio affinché informino la questura sui viaggi previsti dalle tifoserie in trasferta
16:53
La Questura di Palermo ha vietato la vendita di biglietti per il settore ospiti per il match del 2 aprile prossimo in Sicilia. La decisione è stata presa dopo gli scontri avvenuti sabato scorso a Sassari
16:28
Scontri a Sassari, Nicola Sanna: «La città vuole chiarezza» Il sindaco scrive al ministro dell´Interno Domenico Minniti.
25/3/2017
Circa duecento ultras cagliaritani, arrivati nella stazione ferroviaria turritana in vista dell´amichevole sul campo del Sorso, sono entrati a contatto con quelli sassaresi, nella zona tra Corso Vico e Porta Sant´Antonio. Almeno sei le persone che hanno dovuto ricorrere a cure mediche
25/3/2017
Un 29enne cagliaritano è stato arrestato per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e lesioni personali e reati previsti dalla normativa sulle manifestazioni sportive
25/3/2017
«E´ opportuno che venga fatta subito chiarezza sule responsabilità», chiede il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau. Il sindaco di Sassari Nicola Sanna in contatto con questore e prefetto. Il primo cittadino di Cagliari Massimo Zedda scrive al collega sassarese
26/3/2017
«Niente a che fare con il calcio, bisogna chiarire se è stato fatto tutto per prevenire le violenze», auspica il senatore del Partito Democratico
8:10
Una lettera minatoria, con un proiettile nella busta, è stata recapitata ad una maestra elementare di Oliena, che insegna nel vicino paese di Mamoiada. La solidarietà del sindaco e dell´assessore regionale
24/3/2017
Fortunatamente non si sono registrati feriti, visto che i bambini erano nelle aule, mentre gli operai si erano allontanati dal cantiere di Via Lanusei per la pausa pranzo
© 2000-2017 Mediatica sas