Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroEconomiaArtigianato › Donne artigiane sarde in mostra a Vicenza
Red 17 febbraio 2017
Due aziende della CNA Impresa Donna Sardegna alla prestigiosa mostra di Vicenza dove, fino a domenica 19 febbraio, saranno esposte le eccellenze dell´artigianato tessile sardo
Donne artigiane sarde in mostra a Vicenza


MOGORO - Hanno sbaragliato centinaia di donne artigiane concorrenti in tutta Italia, aggiudicandosi le vetrine di Vicenza, dove gli abiti e i tessuti sardi stanno conquistando la scena commerciale. Due aziende della CNA Impresa Donna Sardegna, la Sartoria Atelier Patrizia Camba di Cagliari e la Coop. Tessile Su Trobasciu di Mogoro, hanno partecipato al “Bando Artigiana Unica – 50 Donne, 50 Imprese, 50 Prodotti, 50 Spazi nella città” e sono state selezionate per la mostra diffusa di prodotti di eccellenza in corso nel centro storico della città di Vicenza fino al 19 febbraio. La mostra, patrocinata dalle istituzioni amministrative e dalla Camera di Commercio del Veneto, celebra le aziende artigiane femminili italiane che si distinguono - nei settori dell’Artigianato Artistico, della Fotografia, dei Complementi d’Arredo, dell’Agroalimentare e della Moda e Accessori – per produzioni di alto pregio e interamente Made in Italy.

Patrizia Camba, stilista autodidatta dal 1986, da trent’anni fonde colori ed elementi culturali della Sardegna dando vita ad abiti unici e raffinati, tradizionali nella tessitura eppure innovativi nei materiali e nelle inclusioni, completamente realizzati a mano. Presente nei mercati esteri, collabora con artisti e artigiani e veste nomi di fama internazionale. In vetrina a Vicenza, espone tre pezzi che raccontano della nostra isola e si ispirano alla transumanza: un abito da sposa in tessuto di bisaccia, con applicazioni di conchiglia a spirale; una “mastrùca” femminile reversibile, ispirata agli indumenti dei pastori sardi, con trama di bisaccia e con broccato utilizzato per i costumi tradizionali sardi; un abito da sera in duchesse di seta nera con inserimento di tessuto di bisaccia bianco e nero.

La Cooperativa Tessile Su Trobasciu, compagine interamente al femminile di 7 tessitrici, da quarant’anni (1978) interpreta le tecniche tradizionali della tessitura e l’utilizzo del telaio manuale, producendo manufatti di riconosciuto pregio e valore. Insignita nel 2016 del prestigioso premio “MAM – Maestri d’Arte e Mestiere” della Fondazione Cologni, collabora con artisti e designer, sviluppando progetti contemporanei e innovativi. In vetrina a Vicenza, espone tessuti decorativi e utili che omaggiano la cultura isolana: due arazzi in broccato di seta, tinta con erbe naturali, ricchi di simbologie della tradizione sarda e mogorese - le rose metafora di Femminilità e il Liocorno Gadau con la fontana della vita - impreziositi con fili d’oro e d’argento; due tappeti – tappeto Mediterraneo con lavorazione a “pibiones”, che richiama gli acini dell’uva simbolo di Abbondanza, e tappeto Bettua, rivisitazione della tessitura tradizionale in chiave Design; numerosi cuscini con inserti di velluto, con “pibiones” colorati e con rose rosse e tulipani celesti tessuti con antica tecnica dell’arazzo.

Nella foto: un tessuto della Cooperativa Tessile Su Trobasciu
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas