Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoSpettacoloCommercio › Per la Sartiglia il primo pop up store
Red 18 febbraio 2017
L´iniziativa è della start up cagliaritana Placecorner.com e dello Store Camaleon Shop´n Shop e sarà ospitata dal 22 febbraio al 24 marzo in un negozio storico della centralissima piazza Roma
Per la Sartiglia il primo pop up store


ORISTANO - Sarà dedicato alla Sartiglia e aprirà i battenti a Oristano la settimana prossima, proprio pochi giorni prima della pluricentenaria giostra equestre di Carnevale, il primo "Pop up store esperienziale" della Sardegna. Il nome in italiano, Negozio a tempo, è molto più banale ma aiuta meglio a capire di che cosa si tratta.

L'iniziativa è della start up cagliaritana Placecorner.com e dello Store Camaleon Shop'n Shop e sarà ospitata dal 22 febbraio al 24 marzo in un negozio storico della centralissima piazza Roma. All'interno di un allestimento scenografico ispirato alla Sartiglia, con tanto di pareti realizzate con balle di paglia, decorazioni e profumo di violette, saranno presentati i prodotti e le creazioni di sei brand e artigiani provenienti da diverse province dell'isola (C+C di Carlo Budroni, Cocinera, Atelier Cri Cri, Prama, Foiscà, Trina).

«Con questa operazione - ha spiegato la fondatrice di Placecorner, Maria Grazia Manca - vogliamo mostrare in modo concreto i vantaggi dell'affitto temporaneo di spazi commerciali, uno strumento che consente agli operatori interessati di avere tutta la visibilità e le opportunità del negozio fisico per il tempo di cui hanno bisogno, senza dover sostenere i costi di un affitto di lungo periodo e col vantaggio della concomitanza con un evento a forte richiamo turistico e di pubblico». L'iniziativa sarà ripetuta in altre città sarde in concomitanza con altri eventi di grande richiamo popolare.
Commenti
24/3/2017
Netta frenata dell’export. In particolare soffre l´agroalimentare, dovuta allo stop della domanda statunitense che rappresenta il 56% della domanda mondiale di prodotti alimentari sardi
© 2000-2017 Mediatica sas