Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Rifiuti, avvertimenti social per Canessa
R.D. 24 febbraio 2017
L´ex sindaco e consigliere regionale di Forza Italia, Marco Tedde, si rivolge direttamente al Segretario generale del comune di Alghero mettendolo in guardia. Risponde piccato l'assessore Raniero Selva: «disturba il suo sonno vedere che si stanno risolvendo problemi»
Rifiuti, avvertimenti social per Canessa


ALGHERO - Sull'avvio tribolato del nuovo appalto d'igiene urbana di Alghero da 60 milioni di euro circa, atteso ormai da diverso tempo, si accendono i riflettori un po di tutti (compresi quelli della magistratura inquirente che svolge indagini). Un fatto probabilmente ovvio, considerate soprattutto le lungaggini di aggiudicazione e gli interessi che si annidano sulla gestione dei rifiuti da parte dei colossi nazionali. Ma è sul fronte politico che si infiamma la contrapposizione, nonostante non possa non essere un obbiettivo comune - almeno sulla carta - il superamento dell'attuale servizio. Pessimo e nell'occhio del ciclone da troppi anni. La fine di un "incubo" lungo circa dieci anni, come l'ha definito più volte il Quotidiano di Alghero, che sull'inefficienza e il mancato decoro ha pubblicato decine di foto-shock, articoli di denuncia e video [GUARDA L'ESCALATION].

Nella giornata di giovedì l'attesa firma da parte del dirigente competente per l'avvio anticipato del nuovo appalto alla Ciclat, la società aggiudicataria in via definitiva grazie alla doppia sentenza di Tar e Consiglio di Stato [LEGGI]. Ma è proprio intorno alla firma dell'ing. Spanedda (dirigente all'Ambiente) che si è consumata l'ultima polemica, con l'ex sindaco e consigliere regionale di Forza Italia, Marco Tedde, che si è rivolto direttamente al Segretario generale del comune di Alghero, Luca Canessa, mettendolo in guardia: «attento segretario generale non debordare alle tue competenze». La chiara "minaccia social" - con richiesta di "condivisione" da parte dell'onorevole - nasce dalla convinzione che a Sant'Anna vi fosse «difficoltà a trovare un dirigente disposto a firmare l'affidamento del servizio di raccolta di rifiuti». «Un altro problema - scrive Tedde - che nasce dal pasticciaccio brutto di una procedura di gara inqualificabile». «Ma si narra che il segretario generale sarebbe disposto a firmare sostituendosi al dirigente» conclude.

Attenzioni dell'ex sindaco rivolte anche al parere legale richiesto dalla Giunta comunale per redimere alcuni dubbi dell'ufficio competente sulla natura della società Ciclat (la società affidataria del nuovo servizio in avvio dal 26 aprile), sul quale Tedde punta il dito: «è evidente che è assolutamente “lapalissiano” che l’annullamento dell’aggiudicazione al primo classificato porta con se l’obbligo di affidare l’appalto al secondo in graduatoria». E prosegue: «Se poi il problema fosse stato legato all’inerzia di un dirigente il Segretario ben dovrebbe sapere cosa si fa in questi casi di responsabilità del dirigente». Parole che non piacciono affatto all'assessore all'Ambiente, Raniero Selva, che non perde l'occasione per ribattere in modo circostanziato e velenoso: «Certo che scomodarsi, per pensare di delegittimare e avvalersi di pareri fatti da suoi colleghi fa davvero riflettere. O vogliamo verificare i pareri da lui affidati in dieci anni. La città è più importante. O forse disturba il suo sonno vedere che si stanno risolvendo problemi. Su faccia la persona seria se ci riesce».
© 2000-2017 Mediatica sas