Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaArcheologia › Torre di Abbacurrente a rischio: sos di PlataGreen
Mariangela Pala 6 marzo 2017
In questi giorni a causa del maltempo, il moto ondoso del mare ha ulteriormente aggredito le fondamento dell’antica opera architettonica.
Torre di Abbacurrente a rischio: sos di PlataGreen


PORTO TORRES - #Salviamolatorretta#, si chiama così l’iniziativa di un gruppo di ragazzi che di solito organizzano eventi sulla pagina Facebook "Platamona (PlataGreen)" portata avanti per recuperare la torre di Abbacurrente e salvarla dal rischio crollo, a causa dei continui “attacchi” subiti dalle onde del mare. In questi giorni a causa del maltempo, il moto ondoso del mare ha ulteriormente aggredito le fondamento dell’antica opera architettonica.

La torretta rappresenta uno straordinario monumento storico artistico della provincia di Sassari, facente parte di un insieme di torrette di avvistamento che caratterizzano le coste ed i punti di rilievo paesaggistico di tutta la Sardegna. La torretta, trovandosi direttamente sulla battigia, è continuamente colpita dalle onde che, negli anni, ne hanno eroso il basamento, compromettendone inevitabilmente la stabilità. Gli stessi ragazzi già nel 2008 avevano fatto una segnalazione, la quale era stata accolta da parte del Comune di Porto Torres e della Conservatoria delle Coste.

In quei lavori però ci fu un errore di fondo. Nel restauro si pensò esclusivamente all'aspetto esterno della torre senza badare al suo basamento, il quale oggi è praticamente inesistente. Oggi, quel restauro, rischia di diventare inutile. «La torretta di Abbacurrente, rappresenta un monumento simbolo e importantissimo per la storia di tutto il litorale, che ora rischiamo di perdere per sempre. Chiediamo un intervento urgente di consolidamento della base, - sostengono i ragazzi di PlataGreen - in modo da poterne salvaguardare l'integrità. Il mare non si stancherà di sbattere costantemente sugli scogli, fino a far crollare la nostra torre, ma nemmeno noi ci stancheremo di portare avanti questa battaglia che va avanti da anni, tra mille promesse e rassicurazioni, rivelatesi sempre un buco nell'acqua»».
© 2000-2017 Mediatica sas