Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Il caso-Borlotti finisce in Parlamento
Red 7 marzo 2017
Interrogazione del leader di Unidos Mauro Pili che chiede l'intervento della Corte dei Conti su Sogeaal per le spese legali sostenute dalla società di gestione dell'aeroporto di Alghero nell'annosa vicenda giudiziaria contro l'ex direttore Umberto Borlotti
Il caso-Borlotti finisce in Parlamento


ALGHERO - Dopo l'antitrust [LEGGI] è ancora il leader di Unidos Mauro Pili ad intervenire in Parlamento sulle sorti dell'aeroporto di Alghero chiedendo in un'interrogazione un intervento del ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio sulle «ripetute condanne» di Sogeaal in Tribunale contro l'ex direttore generale Umberto Borlotti. Al management chiede di restituire un milione di euro di danno erariale e al ministro di fare «il suo dovere o mando tutto alla Corte dei Conti».

Nel documento Pili ripercorre la vicenda giudiziaria che parte nel 2009 con il licenziamento di Borlotti, a cui ne seguiranno altri due negli anni successivi. Dopo due reintegri da parte del Tribunale perchè ritenuti licenziamenti illegittimi in primo e secondo grado, sul terzo provvedimento si attende la sentenza della Corte di Cassazione (in primo grado è stato ritenuto illegittimo, legittimo invece per i giudici di appello). Sulle sentenze Pili fa i conti: richieste risarcitorie da oltre 200mila euro oltre alle spese delle liti dopo il primo licenziamento; costi risarcitori e accessori per oltre 300mila euro nel secondo. A cui si aggiunge una causa persa dalla società che aveva chiesto un'azione di risarcimento per presunta mala gestio e una successiva condanna alle spese di circa 150mila euro.

A cui potrebbe aggiungersi un'altra tegola per Sogeaal nella causa avviata dall'ex direttore per mobbing e demansionamento. Per questo Pili chiede di assumere iniziative al fine di evitare che «la società aeroportuale venga sottoposta ad ulteriori esborsi legati ad una gestione che si rivela per l'interrogante dissennata da parte dei soggetti reiteratamente condannati». E parlando di danno erariale chiede la trasmissione di tali atti alla Corte dei Conti.
© 2000-2017 Mediatica sas