Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariSpettacoloDanza › Il Lago dei Cigni debutta a Sassari
Red 9 marzo 2017
Il capolavoro della storia del balletto debutterà in prima regionale venerdì 10 marzo alle 21 al Teatro Comunale di Sassari per approdare sabato 11 marzo alle 21 e domenica 12 marzo alle 17 all´Auditorium del Conservatorio di Cagliari
Il Lago dei Cigni debutta a Sassari


SASSARI - Si alza il sipario sul “Lago dei Cigni” in tournée nell'Isola sotto le insegne del CeDAC nella versione del Balletto dell'Opera Nazionale di Odessa, con le classiche coreografie di Marius Petipa, Alexander Gorsky, Konstantin Sergeyev, Lev Ivanov, Yury Grigorovich ripensate e rielaborate da Yury Vasyuchenko (già direttore artistico della compagnia) sulle note incantevoli di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

La magia di una fiaba sulle punte – tra i fasti di una corte regale e la grazia della misteriose fanciulle cigno, l'eterna lotta tra il bene e il male e il trionfo dell'amore sulla morte - per la Stagione di Danza 2016-17 - nell'ambito del Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna: il capolavoro della storia del balletto debutterà in prima regionale venerdì 10 marzo alle 21 al Teatro Comunale di Sassari per approdare sabato 11 marzo alle 21 (turno A) e domenica 12 marzo alle 17 (turno B) all'Auditorium del Conservatorio “G. Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.

Sotto i riflettori la prima ballerina Maria Polyudova – nel duplice ruolo di Odette/ Odile, accanto a Vladimir Statni e Andrii Pisariev – che si alternano nella parte del principe Siegfried, con Stanislav Varankin che interpreta Jester mentre Dmytro Sharai incarna il mago Rothbart – e i danzatori del Balletto dell'Opera Nazionale di Odessa per un delizioso e poetico racconto per quadri – dalla festa per il compleanno del principe al suo incontro con Odette, la regina delle fanciulle trasformate in cigni, il crudele inganno messo in atto dal mago e la forza salvifica dell'amore che spezza l'incantesimo. Virtuosistici assoli e pas de deux, danze di carattere e oniriche metamorfosi, giochi di seduzione e duelli si alternano in una rigorosa sequenza sottolineata e impreziosita dalla musica evocativa del grande compositore russo, per dar vita ad un meraviglioso sogno ad occhi aperti.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas