Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAnziani › «Centro anziani, bando scelta sbagliata»
Red 9 marzo 2017
I consiglieri comunali del Gruppo Misto, Alessandro Nasone e Monica Pulina criticano la scelta dell´amministrazione comunale algherese di procedere con un bando per la gestione della struttura, segnalandone criticità e limiti
«Centro anziani, bando scelta sbagliata»


ALGHERO - Un project financing per il Centro Residenziale Anziani di Calabona ad Alghero. E' quello a cui aspirano i consiglieri comunali del Gruppo Misto, Alessandro Nasone e Monica Pulina, invece che «accontentarsi di una gara d’appalto pubblicata in tutta fretta (a febbraio ndr) con un capitolato (per due anni di gestione ndr) che secondo noi nasconde errori, i quali se non corretti possono produrre danni o un innalzamento dei costi alla collettività».

Entrando più nel merito del documento i due esponenti dell'opposizione segnalano alcune criticità: «Nell’Art. 13 si dovrebbe parlare di dotazione minima di personale, mentre nella realtà l’articolo è molto generico e non entra mai nel merito dei numeri di personale che dovrebbe assistere gli anziani, lasciando alla progettualità delle cooperative o aziende interessate, la scelta di quanti professionisti assumere; l’unico paletto inserito sono le 9880 ore di lavoro infermieristico e le poco più di 1700 ore per i fisioterapisti».

E ancora: «nell’articolo 17 lettera g, in cui si dice che al comune rimangono gli oneri relativi al pagamento delle utenze gas e luce, acqua, gasolio e telefono oltre che pagamento del canone TV. Non c’è che dire un bel risparmio di circa 100.000,00 euro annui per l’azienda che vincerà l’appalto ma che rimarranno sul groppone dei cittadini». «Un' amministrazione con un po’ di visione avrebbe deciso di avviare l’iter per un project financing di tutta la struttura, in grado di fornire una ristrutturazione adeguata, nuove attrezzature e soprattutto un luogo confortevole dove ospitare non solo gli anziani della nostra città ma anche altri tipi di pazienti che magari nel CRA possano trovare sollievo, e pensiamo ai pazienti ospitati negli Hospice o nelle RSA» incalzano Pulina e Nasone.

«Siamo coscenti che questa gara d’appalto sia la strada più veloce per evitare un ulteriore proroga di mesi all’attuale gestione del CRA, che ricordiamo è in proroga ormai da anni - puntualizzano dal Gruppo Misto - ma certamente non possiamo ritenerci soddisfatti della strada che l’Amministrazione Bruno ha deciso di percorrere per gestire una ricchezza della nostra città». «Una struttura come il CRA - concludono - meriterebbe un attenzione maggiore e soprattutto un piano per il suo totale utilizzo e il suo definitivo rilancio al servizio della collettività e dei nostri anziani. Questo Capitolato non prevede uno sviluppo del Centro ma solo una conservazione dell’assistenza attuale.»

Nella foto: Alessandro Nasone e Monica Pulina
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas