Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Alghero resta area non complessa. 124 milioni per le imprese
S.A. 14 marzo 2017
La Regione non ha accolto le richieste arrivate dal nord ovest della Sardegna, dopo le polemiche dei mesi scorsi e la "minaccia" (non mantenuta) del sindaco di uscire dalla Rete Metropolitana. Dal 4 aprile le imprese potranno presentare i piani da destinare ai progetti. Intanto da Cagliari si attendono risposte
Alghero resta area non complessa
124 milioni per le imprese


ALGHERO - Dal 4 aprile le imprese algheresi potranno presentare i piani da destinare ai progetti da realizzare nei comuni ammessi alle aree di crisi non complessa (insieme a Fonni, Macomer, Nuoro, Thiesi, Nurri, Olbia, Sanluri, Villacidro e alcuni comuni dell’hinterland di Cagliari). Le risorse a disposizione raggiungono i 124 milioni e nelle prossime settimane in città saranno calendarizzati degli incontri formativi. Dunque, la Regione non ha accolto le richieste arrivate dal nord ovest Sardegna di includere Alghero nell'area di crisi complessa, nemmeno dopo le polemiche scoppiate nei mesi scorsi [LEGGI] [LEGGI].

Da una parte la "minaccia" del sindaco Mario Bruno di uscire dalla Rete Metropolitana sfidando la giunta regionale a colpi di comunicati stampa e dichiarazioni infiammate [LEGGI]; dall'altra la replica risoluta dell'assessore Maria Grazia Piras [LEGGI] a difesa della decisione dell'Esecutivo regionale rispetto alle indicazioni del Ministero. Oggi di quel botta e risposta mediatico resta l'esclusione a sorpresa della Riviera del corallo da un triangolo che l'ha vista sempre compresa con Sassari e Porto Torres nelle aree di crisi complesse; e se non bastasse il silenzio dell'amministrazione comunale algherese e di quanti in quelle settimane avevano attaccato la scelta dell'esecutivo Pigliaru (Forza Italia in testa).

Un dietro front politico dopo l'altro: prima quello della Regione che include Alghero (delibera del 13 settembre) per poi escluderla due settimane dopo (delibera 30 settembre). Poi quella di un sindaco che prima annuncia azioni eclatanti e poi si arrende nonostante il «clamoroso errore». Eppure anche lo sblocco delle risorse per l'area "non complessa" non paiono la migliore risposta in un territorio dove la lista delle incompiute regionali si estende: dall'aeroporto ancora ingessato, al porto mai valorizzato, dalle bonifiche dell'ex campo rom mai realizzate al palazzo dei congressi dimenticato. Ma la lista è lunga.

Nella foto: il presidente della Regione Pigliaru e il sindaco Bruno
26/5/2017 video
Questa mattina, la Sala rossa del Municipio ha ospitato la conferenza stampa per l´ufficializzazione del passaggio al Partito dei Sardi dell´assessore Gavino Tanchis e dei consiglieri comunali Elisabetta Boglioli e Marina Millanta. Presenti i vertici regionali del PdS. Le interviste
11:07
Dopo Eurostat e Ice ora arriva il 23esimo rapporto Crenos a certificare che l´economia sarda è sempre più in difficoltà. Crenos ha oggi evidenziato che siamo tra le regioni più povere d´Europa
12:24
L’attuale situazione finanziaria nella quale versano le Province sarde e la Città Metropolitana di Cagliari, necessita di una riflessione e di una conseguente azione politica
26/5/2017
Finalmente l´assordante silenzio da parte del presidente Pigliaru e della sua Giunta sulla questione degli accorpamenti delle Camere di Commercio sarde è stato interrotto. Peccato che l´intervento sia stato fatto con il silenziatore e con colpevole ritardo proprio nello stesso giorno in cui si è riunita la Conferenza Stato-Regioni
© 2000-2017 Mediatica sas