Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaUrbanistica › Bonifica: i Comitati minacciano il Tar
Red 10 marzo 2017
Singolare iniziativa dei rappresentanti dei Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà. L´adozione del Programma di Valorizzazione e Conservazione dei beni paesaggistici della Bonifica di Alghero diventa, sempre più, un caso-politico
Bonifica: i Comitati minacciano il Tar


ALGHERO - I rappresentanti dei Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà minacciano un ricorso al Tar, perchè - a detta loro - «le richieste formulate dagli agricoltori, formalizzate in emendamenti da PD e Gruppo Misto con il supporto di tecnici di comprovata esperienza e che hanno ottenuto parere tecnico negativo, siano invece accoglibili». Insomma, l'adozione del Programma di Valorizzazione e Conservazione dei beni paesaggistici della Bonifica di Alghero diventa, sempre più, un caso-politico [LEGGI].

Nella giornata di mercoledì da Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada sono partite due distinte raccomandate con ricevuta di ritorno all'attenzione del Sindaco Bruno Mario e del Dirigente Settore Pianificazione del Territorio e Sviluppo economico Calzia Guido con l'invito «al ritiro in autotutela dell'adozione del Piano di Conservazione e Valorizzazione della Bonifica di Alghero». Una richiesta probabilmente provocatoria, con l'invito «a verificare nuovamente la non accoglibilità degli emendamenti che hanno ricevuto parere tecnico negativo giustificandoli con i rispettivi riferimenti normativi e motivazioni di rigetto».

«Abbiamo richiesto al Sindaco un incontro per chiudere bonariamente la questione: se i tecnici del Comune incaricati ai pareri hanno commesso degli errori non casca il mondo. E' possibile ritirare l'adozione, verificare rapidamente gli emendamenti, condividerli e votarli immediatamente in Consiglio Comunale. Siamo certi che l'Amministrazione non vorrà costringere i propri concittadini a rivolgersi al Tar» concludono Desogos e compagni. La discussione continua.

Nella foto d'archivio: alcuni rappresentanti dei Comitati con Pigliaru
23/3/2017
Ci sembra difficile, se non impossibile, che l’assessore Usai non sappia queste cose, abbiamo forti dubbi che le sue dichiarazioni enfatiche, riferite ai contenuti delle norme tecniche di attuazione della variante e alla possibilità di partecipare ai bandi previsti dal Piano di Sviluppo Rurale, possano avere riscontro concreto sulle potenzialità di crescita e sviluppo dell’area della bonifica
© 2000-2017 Mediatica sas