Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaRegione › «L´assessore blocchi la vendita di Surigheddu»
P.P. 11 marzo 2017
Così il consigliere regionale Marco Tedde: «Chiediamo espressamente al neo assessore dell’agricoltura di fare la sua parte al fine di obbligare la Regione a mantenere i patti col territorio e di bloccare una vendita al buio come quella che ha visto la cessione della società di gestione dell’aeroporto»
«L´assessore blocchi la vendita di Surigheddu»


ALGHERO – Le ex aziende agricole di Mamuntanas e Surigheddu sono in vendita [LEGGI]. Un anno dopo la manifestazione d'interesse sull'intero compendio, la Giunta regionale ha inserto i 1200ettari tra Alghero e Olmedo nella delibera firmata martedì scorso che individua i beni immobili da alienare nel 2017 (tra questi anche l'hotel Bellavista e altri immobili a Fertilia) [LEGGI]. A marzo 2016, il presidente Francesco Pigliaru con l'ex assessore Elisabetta Falchi avevano annunciato la volontà di procedere con un primo ingresso sul mercato delle due ex aziende agricole [LEGGI] [VIDEO]. Al bando avevano risposto nove imprese, di cui otto sarde [LEGGI].

Cosa che non piace per niente al consigliere regionale di Forza iItalia, Marco Tedde: «Inizia male l’esperienza di governo del neo assessore algherese dell’agricoltura Caria, che ha condiviso una delibera che consente di cedere le due aziende all’incanto al migliore offerente, senza un piano di sviluppo e garanzie occupazionali e di crescita economica per il territorio. Nell'aprile del 2007 – ricorda l’allora ex sindaco di Alghero- il Presidente Soru stipulò con l'amministrazione di centrodestra di Alghero e altri soggetti istituzionali una intesa che, tra le altre cose, prevedeva l'utilizzo delle due aziende a fini agricoli con contestuale inserimento di strutture ricettive a rotazione d'uso e centro benessere».

«E nel 2009 Laore in collaborazione con la Giunta Tedde fece un importante piano di fattibilità che prevedeva la realizzazione di un polo turistico d'eccellenza caratterizzato da integrazione tra agroalimentare, sport e benessere. Un piano molto interessante, che subordinava la cessione del compendio al «vincolo di destinarlo successivamente a fini agricoli, all'insediamento di strutture ricettive a rotazione d’uso con un centro benessere e alla realizzazione di importanti impianti sportivi" con previsione di importanti investimenti e di circa 200 posti di lavoro. “Dulcis in fundo” lo scorso anno la Regione ha indetto una indagine di mercato al fine di ottenere un quadro conoscitivo per orientare le scelte dell'amministrazione regionale nella alienazione delle aziende di Surigheddu e Mamuntanas. Di tutto questo – denuncia il consigliere regionale algherese - la Giunta Pigliaru e l’assessore dell’agricoltura si sono dimenticati nonostante in questi ultimi tre anni Forza Italia in regione abbia proposto una interrogazione, una mozione e alcuni emendamenti legislativi finalizzati ad avviare un progetto di rilancio su queste aziende abbandonate da oltre trenta anni».

Nella foto d'archivio: un sopralluogo di qualche anno fa a Surigheddu
20:58
«Beni a nuova vita per creare valore», ha dichiarato il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, presentando il bando che punta al recupero ed al riuso di dieci fari sul territorio isolano
8:56
Accordo tra la Regione autonoma della Sardegna, la Conferenza episcopale sarda e l´Anci Sardegna. «Sinergia su patrimonio di grande significato», sottolinea il presidente della Regione Francesco Pigliaru
© 2000-2017 Mediatica sas