Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloTeatro › Miseria&Nobiltà, su il sipario in Sardegna
Red 13 marzo 2017
Il fascino e l´ironia di una classica farsa partenopea, firmata da Eduardo Scarpetta, con drammaturgia (a quattro mani con Francesco M.Asselta) e regia di Michele Sinisi, anche protagonista sulla scena con un affiatato cast, in cartellone domani al Teatro Civico, da mercoledì 15 a domenica 19 al Teatro Massimo di Cagliari e infine lunedì 20 all´Auditorium Comunale di Arzachena
Miseria&Nobiltà, su il sipario in Sardegna


ALGHERO - Si alza il sipario su “Miseria&Nobiltà”, intrigante e moderna rilettura della celebre “farsa” napoletana di Eduardo Scarpetta, firmata dall'attore e regista Michele Sinisi, uno degli artisti più interessanti della scena italiana contemporanea, che ha curato la drammaturgia insieme a Francesco Maria Asselta, trasformando la nota vicenda in un gioco metateatrale che vede al centro, tra inganni, equivoci ed agnizioni, il personaggio di Felice Sciosciammocca, maestro nell'arte di arrangiarsi (già interpretato sul grande schermo dal grande Totò). La pièce debutterà in prima regionale domani, martedì 14 marzo, alle ore 21, al Teatro Civico di Alghero, per approdare da mercoledì 15 a domenica 19 al Teatro Massimo di Cagliari (tutti i giorni, da mercoledì a sabato alle 20.30, la domenica alle ore 19 e giovedì doppia replica, con la pomeridiana alle 16.30) ed infine, lunedì 20, alle ore 21, sarà in cartellone all'Auditorium Comunale di Arzachena.

Sotto i riflettori lo stesso Sinisi (sua anche la regia) accanto a Diletta Acquaviva, Stefano Braschi, Gianni D'Addario, Gianluca delle Fontane, Giulia Eugeni, Francesca Gabucci, Ciro Masella, Stefania Medri, Giuditta Mingucci e Donato Paternoster per un affascinante e divertente affresco della società tra vizi e virtù, umane fragilità ed inconfessabili segreti in un susseguirsi di colpi di scena con finale a sorpresa. “Miseria&Nobiltà” (produzione Elsinor) si avvale delle scenografie essenziali di Federico Biancalani e dei costumi di Gianluca delle Fontane (aiuto costumista Arman Avetikyan) per ricreare le atmosfere ricche di contrasti (da un lato l'estrema povertà dall'altro lo sfarzo di un ricco banchetto) in cui nasce la beffa dagli esiti imprevedibili.

L'intrigo pensato per favorire l'amore tra due giovani (malvisto dalle rispettive famiglie per ragioni curiosamente speculari) mette in risalto le contraddizioni, i pregiudizi e l'ipocrisia di un mondo in cui le differenze di classe rappresentano una barriera apparentemente insormontabile a dispetto di umanissime debolezze, finché, cadute tutte le maschere, trionferanno il buon senso e i più alti ideali alla luce della verità. Venerdì 17 marzo, alle 17.30, spazio ad “Oltre la scena”, l'incontro con gli artisti in programma al Cinema Odissea di Viale Trieste 84. Michele Sinisi e la compagnia raccontano la mise en scène di “Miseria&Nobiltà”, con ingresso libero fino a esaurimento posti. Invece, domenica 19, alle ore 11, per “Schermi & sipari”, sempre al Cinema Odissea, si proietta il film “Miseria e Nobiltà”, di Mario Mattoli, con Totò e Sophia Loren.
© 2000-2017 Mediatica sas