Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoSaluteSanità › Terapia fetale, Noia al "San Martino"
Red 13 marzo 2017
Venerdì 17 marzo l´evento scientifico sulla diagnosi prenatale e sulla terapia fetale avrà come relatore d´eccezione il direttore dell´Hospice perinatale del policlinico “Gemelli” di Roma Giuseppe Noia, uno dei maggiori esperti in Italia sul tema
Terapia fetale, Noia al "San Martino"


ORISTANO - Si terrà venerdì 17 marzo, alle ore 11.30 presso la sala formazione dell'ospedale “San Martino” di Oristano l'evento scientifico sulla diagnosi prenatale e sulla terapia fetale, che avrà come relatore d'eccezione il direttore dell'Hospice perinatale del policlinico “Gemelli” di Roma Giuseppe Noia, uno dei maggiori esperti in Italia sul tema. Ad organizzare la conferenza è l'unità operativa complessa di Ginecologia e Ostetricia diretta dal dottor Antonio Onorato Succu, che collabora attivamente con la patologia ostetrica del “Gemelli”.

La terapia fetale nasce 40 anni fa, con l’avvento della medicina fetale: in tutto il mondo le tecniche ultrasonografiche sono diventate fondamentali per una diagnosi e una terapia mirate a trattare il feto come un paziente a tutti gli effetti. L’Hospice perinatale, nel rispetto più totale della preziosità della vita umana, cerca di prevenire le malattie, di curarle, limitare i danni fisici e psicologici del malato e delle famiglie, lenire la sofferenza fisica e psicologica, forte dell’assunzione di tre metodologie per affrontare la sofferenza umana: “I prevent, I cure, I relief” (prevenire, curare, lenire il dolore).

I successi ottenuti nel Centro di Diagnosi e Terapia Fetale del “Gemelli”, attuando la cosiddetta terapia fetale integrata, dimostrano che anche in gravi patologie feto-neonatali, ci sono possibilità di intervento per ridonare capacità gestazionale a tutte quelle famiglie gravate da una diagnosi infausta. «L’hospice perinatale non è un luogo, ma è un modo di curare il feto e il neonato - spiegano gli organizzatori - Anche nelle condizioni patologiche più estreme si può dare speranza di prevenzione, cura e sollievo del dolore accompagnando non solo il feto con tutto l’approccio scientifico e clinico, ma anche le famiglie. E’ questo il vero fondamento della medicina della speranza».
Commenti
21:23
Tumore asportato completamente dopo sette ore di intervento. «Giornata importante, una grande speranza per i pazienti sardi», dichiara il direttore della Struttura complessa di Chirurgia generale polispecialististica Pietro Giorgio Calò
22:13
«Come più volte ribadito nei vari incontri con i farmacisti in attesa di assegnazione della sede, il procedimento amministrativo è al termine e, presumibilmente, per la fine del prossimo mese ci sarà la pubblicazione dell’interpello», dichiara l’assessore regionale della Sanità
17:16
All’apertura ufficiale, erano presenti il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, gli assessori regionali della Sanità e degli Enti locali Luigi Arru e Cristiano Erriu, il direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano, il sindaco Ferdinando Pellegrini, consiglieri regionali e parlamentari del territorio
16/2/2018
I capi abbattuti erano al pascolo brado illegale, privi di controlli sanitari, non registrati e di ignota proprietà. Prosegue l´attività dell´Unità di progetto per l´eradicazione della peste suina africana in Sardegna
16/2/2018
Revoca dell´ordinanza sindacale che vietava il consumo umano diretto dell´acqua della condotta nelle vie di Biancareddu e de La Corte
16/2/2018
Il 24 febbraio un corso-lezione nell´aula magna della Facoltà di Medicina a Sassari. L´incontro è aperto a specialisti in Allergologia e Immunologia, Endocrinologia, Gastroenterologia, Malattie metaboliche e diabetologia, Medicina generale, Nefrologia, Neuropsichiatria Infantile, Pediatria, Psichiatria, Scienza dell’alimentazione, medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e infermieri
16/2/2018
È stato adottato il Piano triennale 2018-2020 per lo Sviluppo del sistema informativo dell’Ats. Si tratta del primo atto formale del progetto di innovazione informatica e digitale, ideato nel 2017 con la nascita dell’Ats e coordinato dall’Area Tecnologie dell´informazione e comunicazione, che punta ad uniformare e migliorare il servizio informatico dell’azienda
15/2/2018
«Aver chiuso una vertenza lunga e complessa, come quella che riguardava i dipendenti della ex Asl del Sulcis, è un grande risultato, atteso da tempo». È il commento dell´assessore regionale della Sanità, alla notizia della firma dell´accordo tra Ats e sindacati sulle fasce retributive
© 2000-2018 Mediatica sas