Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaPoliticaUrbanistica › Arzachena: leghisti in Via Gennargentu
Red 14 marzo 2017
La Delegazione di Arzachena interviene sulla situazione della strada del Rione San Pietro che, artendo da Via Brancaleoni Delfina, arriva al Viale Costa Smeralda per proseguire poi in direzione di Palau
Arzachena: leghisti in Via Gennargentu


ARZACHENA - «La delegazione del “Movimento Noi Con Salvini” di Arzachena interviene sulla vergognosa situazione di Via Gennargentu». Inizia così l'intervento del movimento, che punta il dito sulla strada del Rione San Pietro che, partendo da Via Brancaleoni Delfina, arriva al Viale Costa Smeralda per proseguire poi in direzione di Palau, dove una volta arrivava (prima della realizzazione della Strada statale 125 Orientale sarda e prima della sua parziale chiusura in anni recenti) e che, «pur essendo la prima parte totalmente in paese e poco lontana dal centro città, essa è ancora sterrata (strada bianca) lungo tutto il suo percorso, sia urbano, sia extra-urbano».

«Ma questo sarebbe il male minore – sottolineano - se il Comune avesse provveduto a scavare un adeguato canale di scolo delle acque sul lato a valle ed a mettere in sicurezza la carreggiata attualmente inagibile a mezzi di ogni tipo, dai fuoristrada alle automobili, per non parlare del traffico pedonale. Gli abitanti di Via Gennargentu non possono ne ammalarsi, ne tantomeno morire, dato che è impossibile sia per le ambulanze, che per i carri-funebri accedere alle abitazioni. Sulla via hanno l’accesso anche anziane signore bisognose di assistenza, che non possono nemmeno recarsi a fare la spesa data la presenza di buche che definire buche è un eufemismo in quanto si tratta di veri e propri canyos impossibili da “valicare” a piedi anche per giovani vigorosi, figuriamoci per le suddette signore».

Inoltre sempre sulla stessa strada hanno un accesso un hotel ed una pasticceria, vere eccellenze dell’ospitalità arzachenese da molti decenni e conosciute da tutti: turisti e abitanti, e, soprattutto l’hotel si gioverebbe della sistemazione del manto stradale in quanto in piena stagione, quando il parcheggio è pieno, i suoi clienti potrebbero accedere alla struttura da tale via; che, se riaperta anche nel tratto che prosegue verso Palau, potrebbe costituire un ottimo percorso per passeggiate a piedi sia per i clienti che per gli abitanti di tutta la città durante tutto l’anno. «I residenti interpellati al riguardo hanno espresso una profonda delusione per le innumerevoli promesse ricevute in periodo pre-elettorale, promesse poi regolarmente disattese ad elezioni avvenute”. Per questo, il coordinatore provinciale del “Movimento Noi con Salvini” Nord Sardegna Dario Giagoni chiede “che la Via Gennagentu venga resa stabilmente percorribile sia a piedi, sia con normali mezzi meccanici senza ulteriori indugi».
22/8/2017
Interventi della Giunta regionale già finanziati dal 2015 con 5,7milioni di euro e sono finalizzati sia alla riconversione dei tracciati ferroviari storici, sia alla creazione di percorsi integrativi di collegamento alle infrastrutture originarie
© 2000-2017 Mediatica sas