Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaRiti › A Cagliari, il Precetto pasquale interforze
Red 15 marzo 2017
Ieri, l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia monsignor Santo Marcianò ha celebrato il Precetto nella Basilica di Nostra Signora di Bonaria
A Cagliari, il Precetto pasquale interforze


CAGLIARI – Ieri (mercoledì), in occasione delle prossime festività pasquali, la Basilica di Nostra Signora di Bonaria, a Cagliari, l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia monsignor Santo Marcianò, unitamente ai vari cappellani militari presenti nell’Isola, ha officiato il tradizionale Precetto pasquale interforze. «Cari amici delle Forze armate, fratelli e sorelle delle Forze di Polizia tra voi non c’e spazio per l’indifferenza, il servizio dei militari, il servizio delle forze di polizia, si presenta non solo come un indispensabile apporto alla difesa del paese ma come testimonianza di bene», con queste parole, durante l’omelia, l’arcivescovo ha salutato le autorità civili e militari dell’Isola, le rappresentanze delle quattro Forze armate, della Guardia di finanza, della Polizia penitenziaria, della Guardia forestale e di tutti i Corpi armati dello Stato, sottolineando l’alta dignità del loro servire, che si connota di una profonda umanità ispirata al bene comune per la collettività, la pace e la giustizia, in un contesto sociale, nazionale ed internazionale, sempre più caratterizzato da indifferenza che alimenta l’ipocrisia.

Momenti intensi della celebrazione sono stati la preghiera per la Patria ed il ricordo di chi è morto in servizio per “il bene prezioso della pace”. Al termine della celebrazione, il comandante del Comando militare Esercito Sardegna, il generale di Divisione Giovanni Domenico Pintus, ha ringraziato pubblicamente monsignor Marcianò, le autorità intervenute e tutti i presenti ricordando l’eredità morale militare che da San Paolo a San Matteo percorre la storia del ben operare, generoso e disinteressato, sino al beato Salvo d’Acquisto, per poi vivificarsi ancora nei morti dei nostri giorni, tormento mai lenito per le famiglie dei caduti.

Il coro interforze, unitamente al trombettiere della Banda musicale della Brigata Sassari, ha arricchito i momenti più importanti del solenne rito liturgico. Prima della celebrazione del solenne rito religioso, monsignor Marcianò, nel Comando Legione Carabinieri Sardegna, ha incontrato tutti i comandanti regionali e parte del personale in servizio, visitando infine l’esposizione museale di cimeli e reperti storici legati al peculiare ruolo svolto dalla benemerita nella lotta al banditismo nell’Isola.
26/4/2017 video
In Piazza Sventramento il ricordo dei caduti civili, in Piazza Porta Terra quello dei militari e partigiani. Commovente cerimonia per la Festa Nazionale della Liberazione quella andata in scena ad Alghero in occasione delle celebrazioni del 25 Aprile. Le immagini del corteo istituzionale al quale hanno preso parte molti politici e semplici cittadini
25/4/2017 video
Il primo cittadino ha voluto dedicare ai caduti una poesia “Alle fronde dei salici” di Salvatore Quasimodo, «poche parole che ci riportano in quegli anni durissimi quando sorridere era praticamente impossibile» ha detto «ma quel vento cambiò direzione il 25 aprile del 1945 quando iniziò la liberazione del territorio italiano dall’antifascismo e dalle sue storture».
11:35 video
È la festa che, più di ogni altra, rinsalda il legame ultra secolare tra la Cagliari civile e quella religiosa ed è, da 361 anni, occasione di riflessione e memoria sulle origini della comunità cittadina. Le immagini della conferenza stampa
26/4/2017
Quella del 25 aprile è stata una giornata all’insegna della fede e della ormai centenaria tradizione. Le porte delle chiesette di Balai si sono aperte alla città per celebrare il rito in onore di Santu Bainzeddu patrono dei Massai
© 2000-2017 Mediatica sas