Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoPoliticaAmministrazione › Il Consiglio comunale approva il Dup ed il Bilancio di previsione
Red 16 marzo 2017
Con tredici voti a favore, la massima assise di Oristano ha approvato il Bilancio di previsione 2017 ed il Documento unico di programmazione. I voti sono quelli della Maggioranza di Centrosinistra, mentre le Opposizioni non hanno votato
Il Consiglio comunale approva il Dup ed il Bilancio di previsione


ORISTANO - Con tredici voti a favore, il Consiglio comunale di Oristano ha approvato il Bilancio di previsione 2017 ed il Documento unico di programmazione. I voti sono quelli della Maggioranza di Centrosinistra, mentre le Opposizioni non hanno votato. Dopo la relazione dell’assessore comunale al Bilancio Giuseppina Uda, illustrata nella precedente seduta di Consiglio comunale, ieri sera (mercoledì) i lavori si sono aperti con una pregiudiziale di Giuseppe Puddu (Udc) per il mancato esame del Piano delle opere pubbliche in commissione lavori pubblici.

Nella replica agli interventi che si sono succeduti in aula, l’assessore Uda ha dato una risposta ai quesiti dei consiglieri. «È stata citata assenza del bilancio partecipato, ma con le modalità con le quali oggi si costruisce un bilancio (che deve avere visione prospettica di ampio respiro e dall’altra parte deve conoscere i bisogni) non si può pensare a un bilancio fatto di mance».

«Il processo di formazione del bilancio è stato corretto, virtuoso e lo dimostra il fatto che in questi anni non ci sono mai stati tanti emendamenti. Gestione del patrimonio, opere pubbliche, assegnazione della colonia ex Eca, sono risposte ai bisogni della città. Su alcune questioni come il consorzio per le strade vicinali le risorse erano nelle variazioni che questo consiglio non ha approvato. La tassazione è rimasta ferma ed è tra le più basse d’Italia e questo è un buon risultato. Importantissimo il successo con i derivati».
15:20
Alghero, negli ultimi quindici anni soprattutto, è sempre stata terra di laboratori politici. Con alcuni "casi" difficilmente eguagliabili: era il 2002 e l´allora neo-eletto sindaco rassegnò le dimissioni dopo tre mesi dal mandato. Tutte le tappe dal 2002 al 2017
12:15 video
Impegno mantenuto dal sindaco di Alghero per ricreare un quadro amministrativo stabile, col coinvolgimento attivo del Partito democratico. Entro il 5 novembre la decisione definitiva. Poche le alternative in città e nessun progetto autorevole all´orizzonte tra le opposizioni di destra
17:15
Il coordinamento politico di Sardenya i Llibertat esce allo scoperto e risponde presente all´appello del Primo cittadino di Alghero e del capogruppo Dem in Consiglio comunale e si dice pronto ad aderire con convinzione al tavolo del Centrosinistra. Di seguito il documento integrale
13:49
Venerdì, il sindaco di Sassari ha coordinato il seminario “Il ruolo delle Città medie per la costruzione dell’Agenda urbana nazionale”. L’incontro si è svolto durante la 34esima Assemblea nazionale Anci
© 2000-2017 Mediatica sas