Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaCronaca › Sequestrate case e denari a 38enne
Red 17 marzo 2017
Sequestrati beni e denaro per oltre un 1.200.000 euro ad un 38 enne cagliaritano, noto pregiudicato, coinvolto in traffici illeciti di sostanze stupefacenti
Sequestrate case e denari a 38enne


CAGLIARI - La Guardia di Finanza di Cagliari ha sequestrato beni e denaro per oltre un 1.200.000 euro a P.F., 38 enne cagliaritano, noto pregiudicato, coinvolto in traffici illeciti di sostanze stupefacenti. A ccordinare l'operazione del gruppo Gico la Direzione distrettuale Antimafia di Cagliari, per il contrasto al riciclaggio ed all’intestazione fraudolenta di proventi del narcotraffico.

I finanzieri hanno passato al setaccio l’intero patrimonio dell'uomo, dei suoi familiari e di tutti soggetti che lo hanno “agevolato” nel mascherare la titolarità dei suoi beni, riscontrando, a carico dello stesso, la diretta disponibilità di beni non giustificati, rispetto al reddito dichiarato. In particolare, il pregiudicato, nell’arco temporale analizzato, pur essendo sconosciuto al fisco, ha avuto la disponibilità di rilevanti somme di denaro in contanti ed effettuato ingenti investimenti in immobili di valore, provvedendo ad intestarli “fittiziamente” a parenti e prestanome, anch'essi privi di redditi e di risorse finanziarie sufficienti a giustificare le proprietà intestate.

Sulla base degli accertamenti compiuti dalle Fiamme gialle, la Direzione distrettuale Antimafia ha avanzato una specifica proposta di sequestro al Tribunale di Cagliari, che, nel 2015, ha emesso un provvedimento di sequestro, finalizzato alla successiva confisca, di denaro contante, conti correnti e titoli di credito per un ammontare di 563.000 euro, oltre a 3 appartamenti e a 4 veicoli (tra autovetture e motocicli). I beni immobili sono localizzati a Cagliari e provincia.
22/7/2017
Nei giorni scorsi, si erano presentati davanti ad un ambulante che opera nel centro di Sassari offrendogli protezione contro eventuali intimidazioni, dietro la corresponsione di 100euro
21/7/2017
Trasformavano contratti fittizi in milioni di euro. I finanzieri del Nucleo Polizia tributaria di Sassari e la Procura di Tempio Pausania hanno sgominato un sistema di evasione che avrebbe frodato il fisco per oltre 10milioni attraverso fatture false e crediti Iva inesistenti
© 2000-2017 Mediatica sas