Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Vertenza accantonamenti: «Basta bufale»
Red 18 marzo 2017
«I riconoscimenti del Governo? 2Miliardi scippati alla Sardegna», commenta il coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci, che sottolinea: «la Giunta ha ritirato i ricorsi anziché chiedere il maltolto». «La propaganda della Giunta regionale trasforma un nulla di fatto in un risultato utile. Basta col sussiego accademico», rilancia il vicecapogruppo forzista in Consiglio regionale Marco Tedde
Vertenza accantonamenti: «Basta bufale»


CAGLIARI - «Dopo tre anni di “incontri storici”, la Giunta continua a contrabbandare solenni fregature come riconoscimenti: lo Stato ha sottratto ben due miliardi di euro alla Sardegna con il trucco degli accantonamenti». Così il coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci commenta l’ennesimo annuncio della Giunta Pigliaru sulla questione accantonamenti [LEGGI]. «E’ inutile – prosegue l’esponente azzurro - che l’assessore fornisca l’ennesima versione sull’accordo patacca firmato da Pigliaru con Padoan e parli di un termine per il 2017, visto che nel 2015 hanno calato le braghe e ritirato, tra gli altri, proprio il ricorso sugli accantonamenti proposto dalla mia Giunta regionale».

«La Valle d’Aosta è andata avanti con un ricorso uguale al nostro, ha vinto e con la legge di stabilità sta ottenendo tutto il maltolto, anche per gli anni precedenti. La Giunta Pigliaru invece si limita a farfugliare che dal 2018 farà chissà cosa e fa lo sconto sugli scippi subiti e assecondati in precedenza. Peccato che proprio l’ultima legge di stabilità abbia prorogato fino al 2020 questo scippo vergognoso. Questo la dice lunga su quanto venga preso in considerazione il “carisma” dell’assessore agli accordi-patacca. L’accordo del 2014 deve essere stracciato e, anziché mandare comunicati stampa, promuovere con atti formali, concreti, una nuova vertenza entrate», conclude Cappellacci.

«Siamo alle solite. La volpe perde il pelo ma non il vizio. La propaganda dell'assessore Paci trasforma un flop in un risultato utile», rilancia il vicecapogruppo forzista in Regione Marco Tedde. «Contrabbandare un rinvio, l'ennesimo, come un successo denota una faccia tosta non priva di un certo talento mistificatorio. Un'altra delusione: l'ennesima. Dopo avere rinunciato ai ricorsi davanti alla Corte Costituzionale che avrebbero ragionevolmente comportato per la Sardegna qualche centinaio di milioni di euro, ora Paci si presenta al cospetto del Governo col cappello in mano, privo della determinazione occorrente in questi casi. E scopriamo che solo oggi il Governo entra in possesso del “dossier” con cifre e analisi. E nei mesi precedenti cos'è accaduto? Purtroppo, sono sempre più chiari i motivi del perché l'economia della Regione stenta a decollare e abbiamo il record dei fallimenti e della disoccupazione giovanile. E del perché in Europa siamo la 228esima regione su 263 per competitività. Auspichiamo per il futuro meno sussiego accademico - chiude Tedde - e una determinazione parametrata ai bisogni della Sardegna».

Nella foto: Ugo Cappellacci e Marco Tedde
17:34
«Crediamo fortemente nell’Agenzia sarda delle entrate: è uno dei punti qualificanti del nostro programma di governo e un pezzo importante verso quel controllo fiscale che è essenziale per la nostra regione», dichiara il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru
10:04
Nuovi bandi del Fondo per inquilini morosi incolpevoli. «La Regione interviene per aiutare il maggior numero di cittadini», dichiara l’assessore regionale dei Lavori pubblici Edoardo Balzarini. I Comuni che hanno la priorità nella presentazione delle domande sono quelli ad alta tensione abitativa come Alghero
18/10/2017
«La Regione conceda la deroga, il problema non sono i Comuni, ma il gestore unico», dichiara il portavoce algherese Gianfranco Langella
© 2000-2017 Mediatica sas