Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariSpettacoloConcerti › Si alza il sipario su Voci, plurale femminile
Red 18 marzo 2017
Da domani, al Ghetto di Via Santa Croce, quattro domeniche, quattro voci femminili, quattro appuntamenti musicali nel cuore di Cagliari. La rassegna organizzata da Progetti Carpe Diem inizia con il tributo a Caetano Veloso di Silvia Piras
Si alza il sipario su Voci, plurale femminile


CAGLIARI - Quattro domeniche, quattro voci femminili, quattro appuntamenti musicali nel cuore di Cagliari. Da domani, domenica 19 marzo, con cadenza mensile fino a giugno, Progetti Carpe Diem presenta “Voci–plurale femminile”, una rassegna che porta in scena alcune tra le interpreti più interessanti del panorama cittadino e isolano.

Esordienti o affermate, dalle sonorità soul o jazz, classiche o sperimentali, le cantanti si esibiranno al Ghetto di Via Santa Croce, a partire dalle ore 12, con una formula che coniuga musica e convivialità, arte e cibo, per un brunch suggestivo su una delle terrazze più belle di Cagliari (ingresso 12euro). L’esordio di domani è un omaggio alla musica d'autore brasiliana, con Silvia Piras protagonista del tributo a Caetano Veloso, accompagnata al piano da Mauro Mulas, al contrabbasso da Alessandro Atzori ed alla batteria da Gianrico Manca.

Si passerà poi, domenica 9 aprile, con Adele Grandulli e la Vintage Evolution Band (Mauro Mulas al piano, Alessandro Atzori al contrabbasso e Gianrico Manca alla batteria). Domenica 7 maggio, “Roundella”, con Francesca Corrias accompagnata da Mauro Laconi alla chitarra, Filippo Mundula al contrabbasso e Gianrico Manca alla batteria. Domenica 11 giugno, si chiude con il Blu Eyed Soul Acoustic Trio con la voce di Azzurra Parisi, Federica Parisi al cajon e Mauro Laconi alla chitarra.

Nella foto: Silvia Piras
7/12/2017 video
«Un festival-omaggio alla città più bella di Sardegna». Così il direttore artistico della prima edizione del FestiAlguer, il musicista di Berchidda, Paolo Fresu, racconta l'idea alla base della nuova rassegna internazionale in programma nella città di Alghero dal 23 dicembre al luglio 2018. Ecco il suo intervento in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto nelle tenute Sella & Mosca di Alghero
© 2000-2017 Mediatica sas