Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoSaluteSanità › Montresta, arrivano le cure a chilometro zero
Red 20 marzo 2017
Attivo a partire da martedì 28 marzo. Un servizio importante soprattutto per gli anziani, che rappresentano il 32% della popolazione di Montresta. E´ il terzo ambulatorio infermieristico aperto in provincia di Oristano
Montresta, arrivano le cure a chilometro zero


MONTRESTA - Sarà attivo a partire da martedì 28 marzo presso il Centro di aggregazione sociale (via Asilo, 8) l'ambulatorio infermieristico di Montresta, un progetto nato dalla collaborazione fra l'Ats (Azienda per la Tutela della Salute)-Assl di Oristano e l'Amministrazione comunale del paese. L'ambulatorio assicurerà una molteplicità di prestazioni sanitarie a km zero agli abitanti di Montresta.

Si tratterà quindi di un punto di riferimento non solo per i pazienti che, una volta dimessi dagli ospedali, hanno necessità di continuare le terapie, ma anche per tutti quei pazienti cronici che devono monitorare costantemente la propria salute: un servizio importante soprattutto per gli anziani, che rappresentano il 32% della popolazione di Montresta. Per accedere all'ambulatorio sarà necessaria la richiesta del medico curante.

La prenotazione potrà avvenire direttamente presso l'ambulatorio, aperto il martedì e il venerdì, dalle ore 8.00 alle 11.00, o telefonicamente, chiamando i numeri 0785/225372 - 225151. Le prestazioni saranno garantite gratuitamente, fatto salvo il pagamento del ticket nel caso sia previsto. Quello di Montresta è il terzo ambulatorio infermieristico aperto in provincia di Oristano, dopo le strutture inaugurate nei mesi scorsi a Sorradile e Sennariolo: un modello che punta a rafforzare le prestazioni sanitarie di base sul territorio, portandole più vicine ai cittadini, garantendo così un'assistenza e un monitoraggio costanti ai pazienti e, allo stesso tempo, evitando accessi impropri in ospedale.
Commenti
17/8/2017
Il piccolo paziente, in imminente pericolo di vita, è stata trasportato dall´ospedale Santissima Annunziata di Sassari al Meyer del capoluogo toscano
16/8/2017
La decisione, a mio parere infelice e poco ponderata, non ha tenuto conto di alcune criticità evidenti di natura tecnico–logistica che ritengo opportuno evidenziare
© 2000-2017 Mediatica sas