Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoEconomiaRicettività › Colonia Ex Eca Torre Grande. Gestione, domande al 18 aprile
Red 28 marzo 2017
Prorogato al 18 aprile 2017 i termini per la presentazione delle domande per l´affidamento ai privati della Colonia ex ECA di Torre Grande per la sua valorizzazione. La gara prevede un canone annuo minimo di 18 mila euro e una gestione ventennale. Per i primi due anni il canone sarà pari al 10%
Colonia Ex Eca Torre Grande
Gestione, domande al 18 aprile


ORISTANO - Il Comune di Oristano ha prorogato al 18 aprile 2017 i termini per la presentazione delle domande per l'affidamento ai privati della Colonia ex ECA di Torre Grande per la sua valorizzazione. La gara prevede un canone annuo minimo di 18 mila euro e una gestione ventennale. Per i primi due anni il canone sarà pari al 10%. Alla gara, che prevede l’affidamento all’impresa che presenterà l’offerta economicamente più vantaggiosa (che terrà conto del progetto tecnico, del progetto gestionale e dell’offerta economica), possono partecipare le imprese e le associazioni con comprovata esperienza nella gestione di attività ricettive, alberghiere e/o extralberghiere e nella gestione di attività socio-sportive.

Dovranno avere un fatturato annuale minimo di 400 mila euro nel triennio 2013/2015, l'iscrizione al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche tenuto dal CONI e l'affiliazione a una federazione sportiva nazionale, facente parte del Comitato italiano Paralimpico, riconosciuta dal CONI. La colonia ex ECA, che si trova sul lungomare di Torre Grande, è costituita da un fabbricato con un piano fuori terra con una superficie di 1340 metri quadrati e un cortile di 5260 metri quadrati.

Acquisito al patrimonio comunale a seguito dello scioglimento dell’Ente comunale di assistenza, il complesso è stato oggetto negli anni di un importante intervento edilizio tra il 2005 e il 2007, ma allo stato attuale necessita di interventi di completamento, per la successiva fruizione in funzione dell'attività che si intende realizzare ed in particolare l'impianto di climatizzazione, l'impianto fognario e il collegamento alla rete urbana, l’autoclave e la dotazione di una riserva idrica. Sarà dunque compito del soggetto che si aggiudicherà la gara d’appalto eseguire le opere necessarie alla piena fruibilità della struttura.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas