Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAssociazionismoSestos, convegno a Ittiri
Red 5 aprile 2017
L´associazione Ittiri Cannedu propone “Sestos” l’unico convegno con continuità pluriennale, che affronta aspetti e problematiche inerenti l’abbigliamento tradizionale della Sardegna
Sestos, convegno a Ittiri


ITTIRI - Aspettando la 32^ edizione di Ittiri Folk Festa, l'associazione Ittiri Cannedu propone “Sestos” l’unico convegno con continuità pluriennale, che affronta aspetti e problematiche inerenti l’abbigliamento tradizionale della Sardegna. Il coordinamento scientifico è affidato a Giammario Demartis, demoetnoantropologo, già funzionario del Ministero Beni Culturali, ex direttore del Museo Nazionale G.A. Sanna di Sassari.

L'ottava edizione si svolge sabato 8 aprile in un’unica giornata presso il Centro per le Arti in via XXV luglio e si articola in due parti. Si inizia alle 11.30 con l'inaugurazione della mostra etnografica "Pannellos e Fioccos. Grembiali, coccarde e nastri nell’abbigliamento tipico ittirese", dove verranno esposti in maniera sistematica esemplari originali di significativi indumenti e “costumi completi” del vestiario popolare femminile di Ittiri.

Alle 17,30 il convegno di studi su prospettive, problemi ed esperienze del vestire in Sardegna. Previste le relazioni di Giuliana Pittalis “Riflessioni sull’abbigliamento tradizionale di Orune”, Tore Carboni “L’esperienza della confezione di costumi tradizionali”, Federico Spano “Edina Altara ed il vestiario tradizionale sardo. Appunti” e Giammario Demartis “Federico Romualdo Locatelli e gli abiti popolari della Sardegna”. Nel corso del convegno sarà conferito il premio “ manos de oro” ad un artigiano del “costume”, dell’oreficeria o dell’artigianato sardo che si sia particolarmente distinto per la sua attività.
Commenti
13:13
Ieri, il cavalier Onofrio Martorana, presidente nazionale dell´associazione presente su tutto il territorio nazionale, dove si propone di promuovere, difendere e sviluppare le risorse ambientali naturali e rurali perseguendo finalità di ordine culturale e sociale, ha nominato Manuel Carta
© 2000-2017 Mediatica sas