Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariPoliticaRegione › Insularità: incontro Pigliaru-Tajani
Red 8 aprile 2017
«Incidere su normativa europea sugli aiuti di Stato», ha chiesto il presidente della Regione autonoma della Sardegna al presidente del Parlamento europeo
Insularità: incontro Pigliaru-Tajani


CAGLIARI - Il tema dell’insularità è stato al centro dell’incontro, oggi (sabato) a Villa Devoto, tra il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru ed il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, incontro al quale ha partecipato l’eurodeputato Salvatore Cicu. Pigliaru ha illustrato a Tajani l’intesa firmata a novembre 2016 con Corsica e Baleari, spiegando contenuti e obiettivi.

«L’accordo a tre è nato dalla necessità evidente di dare risposte comuni a problemi comuni utilizzando un metodo condiviso - ha detto Francesco Pigliaru - Uniti siamo più forti nei rapporti con i reciproci governi e possiamo parlare all’Europa con una voce sola ogni volta che si tratta di presentare istanze comuni, così come di sostenere l'adozione di misure specifiche e di risorse adeguate a favore delle isole. È prioritario incidere sulla normativa europea, a cominciare dagli aiuti di stato», ha concluso Pigliaru.

Al presidente Tajani, che ha espresso apprezzamento per il lavoro portato avanti dalla Regione Sardegna e dichiarato di volerlo sostenere in ambito europeo, è stato illustrato anche il “Dossier insularità”. Lo studio, consegnato al Governo nel 2015, misura concretamente gli svantaggi dati dalla condizione geografica di insularità anche in termini di mancato sviluppo e ha costituito la base per il Patto per la Sardegna, con il quale la Regione ha ottenuto 3miliardi di risorse mirate, destinate a metano, trasporti ed infrastrutture.

Nella foto: Antonio Tajani e Francesco Pigliaru
23/6/2017
L´assessore regionale degli Enti locali, nel suo intervento al convegno internazionale in corso di svolgimento nell´isola gallurese, ha auspicato una «collaborazione con l’Agenzia del Demanio per valorizzare i beni»
© 2000-2017 Mediatica sas