Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoSaluteSanità › Chirurgia laparoscopica e robotica. Esperti riuniti al San Martino
Red 11 aprile 2017
I maggiori esperti italiani di chirurgia laparoscopica e robotica saranno a Oristano venerdì 21 aprile per l´evento organizzato dall´Ats-Assl di Oristano
Chirurgia laparoscopica e robotica
Esperti riuniti al San Martino


ORISTANO - La chirurgia mini-invasiva colorettale: laparoscopica versus robotica” è il tema del convegno organizzato dall'Azienda per la Tutela della Salute – Assl di Oristano venerdì 21 aprile, con inizio alle ore 9.00, presso la sala congressi Confcommercio Ascom Unifidi (via Sebastiano Mele, 7) a Oristano. L'evento scientifico, che conterà sulla presenza di relatori di calibro internazionale, metterà a confronto le più moderne tecniche chirurgiche con cui vengono affrontate le malattie del colon-retto, che permettono di ridurre notevolmente il trauma post-operatorio.

Nel corso del convegno sarà presa in esame la videolaparoscopia che consente, attraverso piccole incisioni, l'introduzione nell'addome di particolari strumenti tra cui una piccola telecamera che guida il chirurgo e gli permette di operare dall'esterno, seguendo l’intervento su monitor che riproducono immagini estremamente ingrandite e ad alta definizione. Il vantaggio per il paziente consiste nella riduzione del dolore postoperatorio e in ricoveri più brevi, con un più rapido ritorno alla vita normale. La tecnica videolaparoscopica è ormai utilizzata in ogni branca della chirurgia: da decenni è la tecnica standard per il trattamento della calcolosi della colecisti ed è applicata anche al trattamento delle malattie del colon, in particolare le neoplasie.

Più recente e maggiormente complessa è la chirurgia robotica, che sarà il secondo tema dell'evento formativo: in questo caso gli strumenti chirurgici, introdotti anch'essi attraverso piccole incisioni, sono in realtà i bracci meccanici di un sofisticatissimo robot controllato da chirurghi altamente specializzati attraverso una consolle situata a distanza dal paziente. «All’ospedale San Martino di Oristano eseguiamo interventi videolaparoscopici sul colon da dieci anni – spiega il direttore dell'unità operativa di Chirurgia Gianfranco Porcu, responsabile scientifico del convegno – ma negli ultimi quattro il numero dei pazienti trattati è notevolmente aumentato, grazie alla proficua collaborazione con l'unità operativa di Anestesia e Rianimazione, che ci supporta nel pre e post operatorio, con quella di Endoscopia digestiva e al prezioso supporto dei servizi di Radiologia, Anatomia patologica e dell'unità operativa di Oncologia, che prende in carico i pazienti dopo il trattamento chirurgico».

Alla luce di questi progressi la Assl di Oristano ha voluto organizzare il convegno, al quale parteciperanno fra gli altri il direttore del Centro di Chirurgia laparoscopica e robotica avanzata dell’Ospedale Monaldi di Napoli Francesco Corcione, presidente della Società Italiana di Chirurgia; il direttore del Programma epatobiliare, pancreatico e dell'apparato digerente presso l'Istituto Europeo di Oncologia Giuseppe Spinoglio e il direttore dell'unità operativa di Chirurgia dell'ospedale San Camillo di Trento Giusto Pignata: tre professionisti tra i più importanti esperti di chirurgia laparoscopica e robotica italiani, che hanno il merito di aver messo a punto delle tecniche chirurgiche riproducibili e fruibili da tutti i reparti di Chirurgia in Italia.
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas