Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaPolitica › Italia attiva punta su una donna anche nel Goceano
Red 12 aprile 2017
Sara Usai nominata coordinatrice per Bono durante l’affollata assemblea nella quale è stato attivato il “Tavolo del Goceano”. Durante l’incontro, il coordinatore regionale Tore Piana ha lanciato l’allarme sul prezzo del latte
Italia attiva punta su una donna anche nel Goceano


BONO - Italia Attiva punta ancora su una donna negli incarichi di rappresentanza territoriale. A portare avanti l’impegno per il partito a Bono sarà la coordinatrice Sara Usai, affiancata dalla vice Eleonora Usai, due giovani donne che ben conoscono i problemi delle giovani generazioni ed intendono affrontarle partendo dalla lotta allo spopolamento ed all’emigrazione. La nomina è stata ufficializzata nei giorni scorsi, durante un’affollata assemblea tenuta nella sede della Comunità Montana, nel corso della quale è stato aperto il “Tavolo del Goceano”, le cui basi erano state poste già da diversi mesi. All’incontro, erano presenti la coordinatrice provinciale Elena Vidili, il dirigente regionale per il Goceano Titino Cau, diversi esponenti del partito ed il coordinatore regionale Ias Tore Piana.

Si è parlato di crisi economica che imperversa nel territorio, di sfiducia e speranze dei giovani nel trovare lavoro e dell’estrema resistenza all’emigrazione. «I ragazzi devono trovare le condizioni per restare nel proprio comune – ha affermato Usai – la creazione del lavoro è uno degli obiettivi principali. Da qui parte lo sforzo e l’impegno del partito a tutti i livelli, parlamentare, regionale e locale per creare le condizioni favorevoli». Nel corso dell’appuntamento, sono state toccate numerose criticità che la rappresentanza locale porterà avanti con passione nel prossimo futuro. Fiscalità di vantaggio, trasporti, valorizzazione dei beni ambientali legati al turismo, con l’intercettazione di flussi turistici dalla costa verso l’interno e l’agricoltura. Vidili si è impegnata a seguire in prima persona le fasi iniziali del laboratorio di idee. Sono stati molto seguiti gli interventi di Paolo Ninniri (tecnico agronomo per il Psr) e di Enrica Pezzoni (del tavolo tecnico Ismea), che ha illustrato le possibilità finanziarie messe a disposizione dal Ministero delle Politiche agricole. Invece, Maria Grazia Scarpa, del Dipartimento di Agraria dell’Università di Sassari, ha illustrato le opportunità offerte dalla coltivazione delle piante officinali ed aromatiche in un territorio come il Goceano.

Oltre a manifestare notevole soddisfazione per lo sviluppo che il partito sta avendo nel territorio, Titino Cau ha espresso la solidarietà del partito al vicesindaco di Esporlatu Gianni Canu, per l’attentato subito nei giorni scorsi [LEGGI]. Molto compiaciuto si è detto anche Piana per la nomina di Sara ed Eleonora, alle quali ha portato i saluti del presidente nazionale Raffaele Fitto e garantito il pieno appoggio del partito. Tore Piana ha toccato le problematiche che in questi giorni affronta il settore dell’allevamento ovi-caprino, soffermandosi sul prezzo del latte ovino. Secondo il coordinatore regionale Ias, lo stanziamento di 14milioni messi a disposizione dalla Regione per il ritiro del pecorino romano a favore degli indigenti con un bando affidato ad Agea nazionale non risolverà assolutamente le problematiche delle eccedenze del romano. «Servono misure straordinarie strutturali – ha detto Piana – come ad esempio la creazione di quote latte per il settore ovino e l’indennizzo della parte eccedente le quote su una media di produzione degli ultimi cinque anni. Tutto questo tramite il Psr, primo pilastro alla voce indennità compensativa latte, da pagare agli allevatori tramite il premio unico annuale. Su questo – ha spiegato l’esponente Ias – ci stiamo impegnando con una proposta credibile, altrimenti di questo passo nel 2018 il latte di pecora non avrà prezzo e sarà pagato sicuramente sotto 45centesimi». In tema di agricoltura si è parlato anche delle nicchie della viticoltura con la possibilità di aumentare le superfici vitate e di valorizzazione del vitigno Arvesiniadu caratteristico del Goceano.

Nella foto: un momento dell'incontro
11:08
Chiediamo a chi è al governo della città, sindaco e Pd in testa, di abbandonare questo modo approssimativo e presuntuoso di amministrare, pensando più al bene dei propri concittadini che al meglio per le proprie correnti. In caso contrario, trovino una soluzione indolore per la città e ci risparmino rapidamente questo teatrino decisamente imbarazzante
18:11
«La situazione è certamente complicata – dice il segretario – ma ritengo che, dopo il dialogo di stamattina, sia emersa la volontà di tutti gli esponenti del partito, ad iniziare dal sindaco, di superare le contrapposizioni»
22/6/2017
Dopo il terremoto giudiziario che ha interessato il vicesindaco di Alghero, l´opposizione si ricarica e tenta la "spallata" ma è cortocircuito politico tra Movimento 5 Stelle e l´ex assessore di Forza Italia Pais
23/6/2017
Un ottimo regalo del ministro Graziano Delrio, di intesa con il governatore Francesco Pigliaru, per ciò che il docente dell’ateneo cagliaritano non ha fatto in questi ultimi tre anni per migliorare il sistema dei trasporti dell’Isola
© 2000-2017 Mediatica sas