Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaRegione › Fondo unico 2017: ok dalla Giunta
Red 12 aprile 2017
Ieri pomeriggio, a Villa Devoto, l´Esecutivo regionale, sotto la presidenza di Francesco Pigliaru, ha stabilito i criteri per l’erogazione del Fondo unico 2017, dando seguito alla proposta dell´assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu
Fondo unico 2017: ok dalla Giunta


CAGLIARI - La Giunta regionale, riunita ieri pomeriggio (martedì) a Villa Devoto, sotto la presidenza di Francesco Pigliaru, ha stabilito i criteri per l’erogazione del Fondo unico 2017, dando seguito alla proposta dell'assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu. Secondo quanto concordato nell’ultima seduta della Conferenza permanente Regione-Enti locali, la Regione autonoma della Sardegna dovrà provvedere al pagamento di una prima tranche fino all’80percento del totale entro trenta giorni dalla pubblicazione della Legge finanziaria.

La restante quota dovrà essere saldata entro il 30 ottobre dello stesso anno. Inoltre, sempre in materia di Enti Locali, è stato approvato l’aggiornamento del Repertorio del mosaico con i risultati delle copianificazioni tra Regione, Comuni e Mibact (Soprintendenze di Cagliari e Sassari) completate nel periodo dal primo ottobre 2016 al 31 marzo 2017.

Il Mosaico, istituito dopo l’approvazione del Ppr 2006, comprende migliaia di beni paesaggistici ed identitari presenti in Sardegna, individuati e tipizzati nel Ppr 2006, i beni culturali vincolati dal Codice del paesaggio e gli elementi con valenza storico-culturale. Il precedente aggiornamento risaliva al 2016. Per garantire una più facile consultazione dei contenuti, il Repertorio sarà consultabile sul sito internet istituzionale della Regione tramite un navigatore cartografico.
23/6/2017
L´assessore regionale degli Enti locali, nel suo intervento al convegno internazionale in corso di svolgimento nell´isola gallurese, ha auspicato una «collaborazione con l’Agenzia del Demanio per valorizzare i beni»
© 2000-2017 Mediatica sas