Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariSpettacoloMusica › Musica: esce il nuovo video di Flavio Secchi
Red 15 aprile 2017
“Pelle di Diavolo”, il nuovo video di del cantautore cagliaritano, da oggi on-line sul suo sito ufficiale, sui profili social e sulla piattaforma You Tube
Musica: esce il nuovo video di Flavio Secchi


CAGLIARI - Disponibile on-line da oggi (sabato) “Pelle di Diavolo”, il nuovo videoclip di Flavio Secchi, primo singolo estratto dall'album “Parole per Chitarra” (etichetta La Compagnia di Donida, editore Dalia Edizioni), che il cantautore sardo presenterà ufficialmente venerdì 5 maggio. Il brano designato per raccontare in anteprima l'intenso e prolifico ultimo anno che ha visto l'artista raccogliere ampi consensi dall'altra parte del Mediterraneo (conquistando la finalissima della 27esima edizione di Musicultura, il podio al quarto Premio internazionale di letteratura “Alda Merini” ed un posto d'eccezione nell'Enciclopedia dei poeti contemporanei edita lo scorso autunno da Aletti nello scorso autunno), è stato prodotto dal giovane collettivo cagliaritano Neskie@Lab e girato interamente alla Limes Gallery di Cagliari. Il video di “Pelle di Diavolo” è disponibile sul sito internet di Secchi, sui profili social dell'artista e sulla piattaforma You Tube.

«Come scegliere, per salutare la nascita di “Parole per Chitarra” (parto gemellare dopo una gestazione di quasi due anni) una canzone su tutte le altre? Come raccontarla visivamente? Ho scelto di farlo nel modo più semplice – dichiara Flavio Secchi - ripartendo da me. Solo e armato della mia solita, inseparabile compagna, la mia chitarra. In uno scenario senza connotazioni, nessun posto, quindi tutti i posti, scalzo, vestito (come si addice a un onesto furfante cantastorie) poco e male, per lo più di disegni sottopelle, tutti figli di una storia, tutti promemoria della loro storia, tutti capitoli di una stessa storia, un po' di cose che non ti dirò mai. Tanto...pelle di diavolo non mente. Grazie alla sensibilità e all'impareggiabile genio artistico del collettivo cagliaritano Neskie@Lab, apro la porta al mio secondo disco e al mio primo libro di racconti, con un racconto che non è un racconto, su una storia che son mille storie, ma con una sola, invecchiata ma sincera faccia, la mia».

Secchi inizia lo studio della chitarra nel 1986, prendendo le prime lezioni da suo padre. Dal 1994, inizia lo studio della chitarra classica e del jazz con i maestri Paolo Alfonsi e Gianluca Corona. Nel 2009, consegue il diploma accademico in chitarra jazz presso il Conservatorio di musica G.P. da Palestrina di Cagliari sotto la guida del maestro Massimo Ferra, con una tesi su Wes Montgomery. Nel 2010, frequenta il Saint Louis College of Music di Roma e dal 2012 inizia lo studio della chitarra flamenca a Siviglia presso il Conservatorio Cristobal de Morales con Manuel Herrera e l'accademia Artes Escenicas Rebollar di Eduardo Rebollar. Al suo attivo, vanta seminari e masterclass con musicisti di calibro internazionale tra i quali Pat Metheny, Kurt Rosenwinkel, Peter Bernstein, Dave Douglas, Butch Morris, Rafael Riqueni. Dal 2010, parallelamente alla sua attività da strumentista, intraprende la strada del cantautorato, mettendo a frutto le sue passioni poetiche, letterarie e musicali. Collabora con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia, Sikitikis e con la cantante Francesca Corrias. Nel 2013, prende vita il suo primo lavoro cantautorale, l'album “Flavio Secchi & the Hall Kitchen”, lavoro indipendente ed autoprodotto con il quale partecipa all'Ichnusa Music Contest qualificandosi tra i primi venti artisti su oltre seicento iscritti ed entrando nella compilation del contest in allegato al quotidiano L'Unione Sarda.

Nel novembre 2014, si aggiudica il Premio La Compagnia ed il Premio Ricordando il Maestro al Premio Donida–Il Talent dei compositori. Nel giugno 2015, una sua raccolta di poesie viene pubblicata nell'opera intitolata “Aurisse”, per Aletti Editore. Nel settembre 2015, conquista il terzo posto al quarto Premio internazionale di letteratura Alda Merini con la poesia inedita intitolata “Il perditore di treni”. Nello stesso anno, l'artista prende vita la collaborazione con il produttore artistico Massimo Satta con cui inizia il lavoro per la realizzazione del disco “Parole per Chitarra”. Nel febbraio 2016, partecipa alle audizioni della 27esima edizione della rassegna musicale “Musicultura: Festival della canzone popolare e d’autore”, con due brani inediti inclusi nella prossima produzione discografica e si aggiudica il premio “Un Certain Regard”, riconoscimento conferito alla migliore performance della serata. Durante l'importante concorso cantautorale, si qualifica per la finalissima del giugno 2016, all'Arena Sferisterio di Macerata, davanti ad una ricca platea composta da importanti giornalisti ed addetti ai lavori. A novembre 2016, l'Universal Music Italia acquisisce i diritti del suo brano “La cosa più bella” e la Aletti Editore lo inserisce all'interno dell'Enciclopedia dei poeti contemporanei.

Nella foto: Flavio Secchi
© 2000-2017 Mediatica sas