Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroAmbienteAnimali › Denuncia ambientalisti: Maiali a rischio a Desulo
Red 18 aprile 2017
Diffusione peste suina nell´isola. Segnalazione di Grig sui maiali allo stato brado avvistati in la località di Girgini, sul Gennargentu di Desulo
Denuncia ambientalisti: Maiali a rischio a Desulo


DESULO - Da troppi anni imperversa in Sardegna la peste suina africana, grave malattia infettiva che colpisce maiali, cinghiali e suidi ibridi. «Notevoli le conseguenze ambientali e socio-economiche, basti pensare al divieto di esportazione delle carni suine dalla Sardegna e alla mancata percezione di contributi comunitari» denuncia Grig che plaude la Regione Sardegna che «finalmente, ha adottato in questi ultimi anni varie misure legislative e amministrative (legge regionale n. 34/2014 e provvedimenti amministrativi di attuazione) che han dato vita a un piano per l’eradicazione della peste suina africana».

L’attuazione va avanti non senza polemiche e contrasti, ma è una strada obbligata. Una delle principali cause di diffusione è collegata all’allevamento di maiali allo stato brado (c.d. pascolo non confinato), pur vietato da tempo.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ha, quindi, provveduto nei giorni scorsi a segnalare, per le attività di competenza, all’Unità di Progetto per l’eradicazione della Peste Suina Africana, la struttura regionale preposta all’attuazione del piano, la presenza di Maiali allo stato brado presso la località di Girgini, sul Gennargentu di Desulo, avvistati e fotografati da escursionisti.
Commenti
22/4/2018
Ad una settimana dalla liberazione, i quattordici grifoni familiarizzano con le falesie rocciose lungo la penisola di Capo Caccia. Intanto, i monitoraggi sugli otto grifoni radiocollarati testimoniano la loro presenza vicino al carnaio. I ricercatori confidano nel buono stato di salute dell’intero gruppo
14:12
«Una soluzione rapida per sostenere il settore», ha auspicato ieri l´assessore regionale dell´Agricoltura
22/4/2018
Riprende il progetto per la tutela dell’aragosta rossa (Palinurus elephas), nell’area protetta dell’Asinara. Il progetto si basa sul rilevamento di una serie di dati relativi alla pesca e alla biologia delle aragoste: peso, lunghezza totale, lunghezza carapace, sesso, metodologie di pesca
© 2000-2018 Mediatica sas